Frascati, Marciano (Sel): ancora disagi sulla Frascati-Roma. La situazione è indecente

Punto a capo online

Punto a capo online - pagina 1

Punto a capo online - pagina 2

Così il coordinatore Massimo Marciano

Sel Frascati denuncia i disagi di chi viaggia in treno

«E’ stato inviato il piccolo e inadeguato “Minuetto” a raccogliere centinaia di pendolai»«Non si trovano pochi soldi per migliorare un servizio pubblico che serve quotidianamente»

Castellinews.it

Castellinews.it

Dopo i disservizi di ieri, stamattina riecco il treno baby, il Minuetto

Ferrovie, Sel denuncia: “Sulla Frascati-Roma condizioni inaccettabili”

Le proteste di Sinistra ecologia libertà si aggiungono a quelle del sindaco Di Tommaso di ieri ilmamilio.it


Disagi sulla linea ferroviaria Frascati-Roma

Controluce.it


2011 nero per le ferrovie della regione Lazio

Tagli drastici anche ai treni delle linee dei Castelli Romani

di Debora Piergallini

La parola ai pendolari…

Il corriere tuscolano

In merito ai disagi manifestati oggi dai pendolari della linea ferroviaria Frascati-Roma, il coordinatore dei circoli di Sinistra Ecologia Libertà di Frascati, Massimo Marciano, ha dichiarato:

“La situazione indecente nella quale sono costretti quotidianamente a viaggiare i pendolari dei Castelli Romani deve essere oggetto di una vertenza regionale per il riordino e l’ammodernamento delle linee ferroviarie e del materiale rotabile.

Oggi, per l’ennesima volta, a causa del guasto ad un treno, alla stazione di Frascati è stato inviato il piccolo e inadeguato ‘Minuetto’ a raccogliere le centinaia di pendolari in attesa di partire con la corsa delle 8.29. Risultato: viaggiatori stipati come sardine, con tutti i posti in piedi occupati, e decine di lavoratori e studenti che non sono riusciti neanche a salire sul treno.

La situazione ha creato anche qualche momento di tensione: la pressione di chi non riusciva ad entrare sul piccolo treno non permetteva la chiusura delle porte e la presenza di almeno una cinquantina di viaggiatori sulla banchina, che volevano salire sul convoglio, ha spinto il capotreno ad avvisare telefonicamente le Ferrovie che in quelle condizioni il treno non sarebbe potuto partire. Dopo una decina di minuti, la situazione si è sbloccata solo perché i viaggiatori rimasti a terra hanno rinunciato a salire sul treno.

Non è la prima volta che succede, e quanto accade regolarmente sulla tratta Frascati-Roma si aggiunge alle proteste simili dei pendolari della Albano-Roma e all’iniziativa del comitato dei pendolari della Velletri-Roma: nei giorni scorsi hanno raccolto firme per chiedere il raddoppio della linea ferrata, il potenziamento delle corse e il rinnovo del materiale rotabile, proposte valide anche per le altre due linee dei Castelli Romani.

Insomma, mentre il governo annuncia da tempo abbondanti finanziamenti per l’alta velocità, non si trovano pochi soldi per migliorare un servizio pubblico che serve quotidianamente alle esigenze di chi lavora o studia.

Sinistra Ecologia Libertà di Frascati intende confrontarsi con le compagne e i compagni dei circoli di Albano e di Velletri di Sel per aprire insieme, nei confronti di Trenitalia e della Regione, responsabile del sistema dei trasporti nel Lazio, una vertenza per la tutela dei pendolari dei Castelli Romani e per il potenziamento delle linee ferroviarie, unica valida alternativa al caos del traffico veicolare”.

« Previous Page

Bad Behavior has blocked 162 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok