«Gli aspiranti, così, sfuggono al confronto nel tavolo di coalizione. E hanno intrapreso la propria carriera politica nello schieramento avversario: la storia della nostra città merita una chiara espressione alla guida del centrosinistra»

Massimo Marciano

Il coordinatore politico comunale di Sinistra Ecologia Libertà di Frascati, Massimo Marciano, ha dichiarato:

«Con stupore e una certa dose di rammarico, in questi giorni continuo ad apprendere solo dalla stampa locale, che come sempre ringrazio per la sua preziosa e tempestiva opera di informazione, della presentazione di candidature alle primarie del centrosinistra per la successiva candidatura a Sindaco della nostra città. Questo accade mentre è ancora aperto il tavolo del centrosinistra, all’interno del quale evidentemente c’è scarsa volontà di confrontarsi da parte degli aspiranti candidati-Sindaco.

Infatti, fino all’ultima recente riunione nessuno, su mia precisa sollecitazione, ha chiaramente e inequivocabilmente dichiarato la propria volontà di candidarsi, senza porre condizioni ed accettando preventivamente le regole, che peraltro sono già state chiaramente fissate, nei loro punti cardine, nel 2009 con l’approvazione di un Codice etico per le candidature a Sindaco e Consigliere comunale e per la nomina degli Assessori.

Ritengo non giusto nei confronti delle persone che si stanno impegnando in un corretto e aperto dibattito nei gruppi di studio sulle regole e sul programma, che inizieranno i propri lavori nella prossima settimana, sfuggire al confronto all’interno del tavolo del centrosinistra ed ufficializzare la propria auto-candidatura solo “a mezzo stampa”. Non è questo il modo migliore per costruire quella politica partecipata e del confronto libero che è tra le richieste di rinnovamento che provengono dai cittadini.

Riconosco le qualità personali dei due candidati che si sono manifestati, Roberto Mastrosanti e Alessandro Spalletta, che stimo e rispetto entrambi. Ma dal punto di vista politico noto anche che ad aspirare a candidarsi a Sindaco a capo di una coalizione di centrosinistra sono, al momento, esclusivamente persone che hanno intrapreso la propria attività politica e si sono formate culturalmente e socialmente nello schieramento di centrodestra.

Sono lieto che la forza delle ragioni del centrosinistra e le capacità individuali e collettive che esso esprime da decenni nel governo di Frascati abbiano convinto personalità dello schieramento avverso, chi prima chi dopo, a cambiare idea. Ma ritengo che la storia e la tradizione politica di Frascati meritino un’adeguata espressione alla guida del centrosinistra.

È per questo che Sinistra Ecologia Libertà rinnova l’invito al Sindaco Stefano Di Tommaso, la cui storia politica e di impegno nel sociale è universalmente riconosciuta da tutti i cittadini di Frascati anche al di là degli schieramenti di partito, ad ufficializzare la sua partecipazione alle primarie del centrosinistra, per continuare il nostro lavoro comune. Per passione politica e sociale. Per Frascati».

Frascati, 17 gennaio 2014

Sinistra Ecologia Libertà con VendolaIl coordinamento politico di Frascati di Sinistra Ecologia Libertà esprime apprezzamento per il confronto serio, sincero e pacato, sia nei toni sia nei contenuti, che si è sviluppato ieri sera in occasione della seconda riunione del tavolo del centrosinistra in preparazione delle elezioni comunali della prossima primavera. La chiarezza delle posizioni espresse e la pacatezza dei toni sono un chiaro indicatore della serietà del confronto e dell’unità di intenti della coalizione, pur nella diversità di idee, che è essenziale in democrazia e sale del confronto libero.

E, con altrettanta chiarezza e pacatezza, Sinistra Ecologia Libertà ha ribadito ieri, come fatto in occasione della prima riunione, che avrebbe voluto che il dibattito si fosse articolato in gruppi di lavoro sui temi che sono a cuore dei cittadini e sui quali essi chiedono oggi alla politica un chiaro impegno: la partecipazione, il lavoro, la qualità della vita, l’inclusione sociale, la tutela del territorio, la difesa delle persone e dell’imprenditoria sana dall’aggressione della crisi economica e molti altri. Intorno al come affrontare questi temi nella nostra città, Sel avrebbe voluto che si formasse il perimetro della coalizione; non su questioni di persone e candidature, che nascono successivamente alla definizione delle intese programmatiche.

La parte maggioritaria del tavolo ha ritenuto prioritaria rispetto alla discussione sui temi, invece, la convocazione di elezioni primarie, per verificare il grado di consenso delle componenti di una coalizione che, per la nascita e l’ingresso di nuovi partiti e forze politiche, presenta un’identità più complessa rispetto a quella del centrosinistra che ha vinto le elezioni amministrative del 2009.

Sel prende atto di questa richiesta, legittima, di un passaggio preventivo per le elezioni primarie, e quindi aderisce alla proposta. Come prende atto che la richiesta di primarie è stata fatta, in maniera inconsueta, senza la contestuale presentazione di candidature e programmi alternativi a quelli rappresentati dal Sindaco uscente e dalla sua maggioranza politica.

Nella convinzione che la partecipazione al tavolo del centrosinistra debba comportare da parte di tutti il massimo dello sforzo di unitarietà e il rispetto delle decisioni democraticamente prese, Sel accoglie quindi la richiesta della maggioranza del tavolo stesso di procedere alle primarie, pur mantenendo le proprie perplessità sui tempi, sui modi e sull’opportunità di questa procedura, prima ancora di esprimere le opzioni che dovrebbero essere sottoposte agli elettori.

Allo stato attuale, le uniche due manifestazioni di volontà, espresse nelle scorse settimane solo attraverso comunicati stampa e non formalizzate al tavolo del centrosinistra, per la candidatura a Sindaco, sono una da parte del primo cittadino uscente, Stefano Di Tommaso, e l’altra da parte dall’assessore Roberto Mastrosanti. In questo contesto, Sinistra Ecologia Libertà valuta difficilmente sostenibile, per coerenza politica, una candidatura alternativa a quella del Sindaco uscente che venga da un amministratore attualmente ancora appartenente alla squadra del primo cittadino in carica.

Per questo, Sinistra Ecologia Libertà ha espresso ieri sera l’opinione che, qualora dovesse permanere o confermarsi questa configurazione, vada rinnovata, coerentemente con quanto fatto nei cinque anni di questa consigliatura, la fiducia al Sindaco Stefano Di Tommaso come candidato alla carica di primo cittadino alla guida della coalizione di centrosinistra.

Frascati, 9 gennaio 2014

Il consiglio comunale di FrascatiMentre il governo e la sua maggioranza di centrodestra litigano su fisco e debito pubblico, dilaniati dalle divisioni acuite dalla recente doppia sconfitta delle amministrative e dei referendum, la Giunta Di Tommaso e la sua maggioranza di centrosinistra questa mattina hanno approvato in consiglio comunale un bilancio 2011 che conferma l’attenzione alle politiche sociali che contraddistingue da anni la nostra città di Frascati.

Come ben sanno gli italiani, con i provvedimenti sul federalismo municipale il governo Berlusconi ha tagliato ai Comuni e alle Regioni in maniera pesante i fondi statali da destinare ai servizi sociali e alle politiche per il sostegno delle famiglie, azzerando gli stanziamenti del governo centrale a favore delle politiche sociali.

Questa scellerata manovra, contestata da sindaci e governatori regionali di tutti gli schieramenti politici, ha costretto gli Enti locali a far fronte alle necessità dei propri cittadini solo con le risorse economiche derivanti dalla fiscalità locale. Per questo Comuni e Regioni sono stati costretti ad aumentare, in particolare, le aliquote locali dell’addizionale Irpef e della tassa sullo smaltimento dei rifiuti (Tarsu).

La manovra di bilancio portata dalla Giunta Di Tommaso all’approvazione del consiglio comunale è stata articolata in modo da salvaguardare, anche a fronte dei tagli del governo centrale, le famiglie e i redditi più bassi. L’aumento della Tarsu, infatti, è stato ripartito tra tutte le categorie di contribuenti, salvaguardano le famiglie.

Inoltre, l’addizionale Irpef, nonostante l’aumento dello 0,2 per cento, è rimasta alla metà di quanto stabilito dalla maggior parte dei Comuni: lo 0,4 per cento contro il limite massimo concesso dalla legge dello 0,8 per cento, e contro anche una media dei Comuni del territorio che si aggira tra lo 0,6 e lo 0,7 per cento. È in ogni caso esclusa l’applicazione della nuova aliquota per i cittadini il cui reddito è inferiore ai 12 mila euro l’anno e che, quindi, beneficeranno dell’aliquota inferiore.

Tanto per avere alcuni esempi concreti, per un reddito di 20 euro l’incremento dell’addizionale Irpef comporterà una spesa annua di soli 40 euro (poco più di tre euro al mese); chi abita in una casa di cento metri quadri pagherà nel 2011 solo cinque euro in più, rispetto all’anno precedente, di tassa sui rifiuti.

Rimangono sostanzialmente inalterati, alla fine di questa operazione, i livelli di assistenza sociale garantiti dal Comuni ai cittadini più bisognosi. Questo è il risultato di un attento studio delle esigenze delle categorie sociali compiuto dagli uffici comunali, seguendo le valutazioni compiute con competenza e dedizione prima dall’ex assessore al bilancio, ora presidente della Sts multiservizi, Damiano Morelli, che ha predisposto l’impianto del documento economico, poi dall’attuale assessore, Roberto Mastrosanti, che ha presentato il bilancio 2011 al consiglio comunale per la definitiva approvazione.

Anche nelle ristrettezze imposte ai Comuni e alle Regioni da un governo che pensa solo a tutelare i privilegi di pochi ed è sempre più lontano dalle esigenze di vita quotidiana della famiglie, dei giovani, dei precari e dei pensionati, la Giunta Di Tommaso e la sua maggioranza di centrosinistra lavorano perché la città di Frascati continui ad essere un modello di buon governo per tutti, senza lasciare nessuno indietro.


Cambia l’assetto della Giunta Comunale: entrano Mastrosanti e Senzacqua, esce Ciuccoli

Damiano MorelliTempo di bilanci per la Sts, la società multiservizi della quale il Comune di Frascati è il socio di maggioranza assoluta. Un bilancio i cui dati preliminari fanno presumere una chiusura positiva per il 2010, grazie a un’attenta gestione dei centri di spesa. Un risultato che si abbina a un’opera di profonda riorganizzazione e di attenzione alla comunità locale che si è svolta anche rappresentando, in un periodo di crisi del mondo del lavoro, un baluardo di tutela occupazionale a garanzia di tante persone del territorio, che lavorano nella Sts, e delle loro famiglie.

È questo il quadro dei risultati con cui l’avvocato Roberto Mastrosanti chiude, come Presidente, il suo mandato triennale nel Consiglio di amministrazione della Sts. E proprio il Sindaco di Frascati, Stefano Di Tommaso, dopo aver ringraziato Mastrosanti per aver assolto al meglio l’incarico affidatogli in questi tre anni di mandato appena conclusosi, lo ha chiamato ad un nuovo, importante impegno per la città, chiedendogli di entrare a far parte, anche in virtù dei risultati conseguiti alla guida della Sts, della Giunta comunale.

A succedere a Mastrosanti nel consiglio di amministrazione della Sts, Di Tommaso ha designato l’attuale assessore comunale al bilancio, Damiano Morelli, che arriva alla multiservizi subito dopo aver presentato alla Giunta il bilancio preventivo 2011. Pur nelle difficoltà del momento, dovute alla stretta operata con il federalismo municipale dal governo nei fondi trasferiti ai Comuni, il preventivo presentato da Morelli mantiene inalterata l’attenzione ai servizi sociali e all’assistenza delle persone più deboli, cosa di cui Frascati ha fatto negli ultimi anni il proprio fiore all’occhiello.

Nonostante proprio i servizi alle fasce sociali più bisognose siano stati i settori maggiormente falcidiati dalle decisioni del governo, il Comune di Frascati si è fatto carico di reperire in proprio le risorse economiche necessarie ad assicurare il mantenimento degli attuali livelli di assistenza. E lo fa contenendo al massimo l’aumentato peso del federalismo municipale varato dal governo per le categorie maggiormente colpite dagli effetti della crisi economica: le famiglie, le persone a basso reddito e le piccole imprese a conduzione familiare.

Un lavoro, quello fatto finora dall’assessore Morelli in Giunta, che è stato quindi riconosciuto dal sindaco Di Tommaso come una valida competenza gestionale, di cui ci sarà bisogno nei prossimi tre anni nel consiglio di amministrazione della Sts per continuare il lavoro avviato dal Presidente uscente Mastrosanti.

L’avvicendamento nella squadra di governo della città di Frascati, in tutte le sue articolazioni, voluto dal sindaco Di Tommaso per sfruttare al meglio le competenze dimostrate dai suoi collaboratori nel primo anno e mezzo di mandato amministrativo, si completa con l’ingresso nella Giunta comunale di Gianpaolo Senzacqua, che da diversi anni ricopre l’incarico di Presidente dell’associazione “Amici di Frascati”, promotrice di pubblicazioni e iniziative volte alla conoscenza della storia, della cultura e delle tradizioni della città. L’esperienza maturata da Senzacqua nella società civile è stata ritenuta dal sindaco Di Tommaso meritevole di essere trasferita nell’Amministrazione Comunale, per la cura dei settori della cultura, del turismo, del verde pubblico, del decoro urbano e della tutela degli animali.

Le deleghe assegnate all’Assessore Armanda Tavani sono le seguenti: politiche educative, asili nido e pari opportunità.

Lascia la Giunta comunale anche l’assessore all’ambiente, alla viabilità e ai parcheggi Paolo Ciuccoli, al termine di una lunga esperienza amministrativa avviata già diversi anni fa come consigliere comunale, a cui va il ringraziamento dell’Amministrazione. Nell’ambito della riorganizzazione dell’organigramma, parte dei settori già curati da Ciuccoli vengono ampliati con la competenza in materia di bilancio, lasciata libera da Morelli, e affidati a Mastrosanti, che assume anche la delega all’innovazione tecnologica e semplificazione amministrativa e il coordinamento dei progetti speciali.

Fonte: comunicato dell’ufficio stampa del Comune di Frascati

Bad Behavior has blocked 72 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok