Il Sindaco Stefano Di Tommaso

Tre giorni in periferia per il Sindaco Stefano Di Tommaso

Continua anche ad agosto, coerente con l’azione politico-amministrativa portata avanti in questi mesi, la missione del primo cittadino che martedì 10, mercoledì 11 agosto e oggi si è recato nei quartieri periferici, accompagnato da funzionari e tecnici dell’Ufficio Tecnico del Comune e del GAIA, per incontrare i cittadini e ascoltare le loro esigenze.

Denunciati alcuni problemi di grande importanza, come la mancanza di rispetto per l’ambiente, che viene deturpato da comportamenti incivili di poche persone che finiscono per creare disagi all’intera Comunità. Riguardo a questo tema sono state individuate diverse discariche abusive che, nonostante gli interventi tempestivi dell’azienda GAIA continuano a riporporsi.

A questo scopo Di Tommaso invita a un atteggiamento più civico non solo i responsabili diretti, ma anche il resto degli abitanti, esortandoli a denunciare alle autorità competenti questi comportamenti e gli autori degli stessi.

Il Sindaco ha sottolineato l’importanza della partecipazione attiva della cittadinanza al rispetto dell’ambiente, “l’inizio nei prossimi mesi della raccolta porta a porta differenziata in periferia, sarà un incentivo affinchè tutti rispettino il territorio, ma c’è bisogno dello spirito di collaborazione da parte di tutti gli abitanti perché funzioni”.

Le zone visitate nei primi due giorni, e al Primo Cittadino ben note, sono Vermicino, Spinoretico, XXII Rubbie, Villaggio Belga, Via Quarticciolo di Vermicino, Mola Cavona, Cisternole, Santi Apostoli, Cocciano.

Oltre al tema dello smaltimento dei rifiuti, sono stati indicati anche problemi di viabilità e la necessità di interventi manutentivi di cui il Sindaco ha preso nota invitando gli uffici a programmare gli interventi nei prossimi mesi.

Il Primo Cittadino ha voluto inoltre evidenziare l’impegno della Provincia di Roma per il mantenimento del manto stradale e della pulizia delle strade a competenza provinciale.

Anche stamattina il Sindaco Stefano Di Tommaso ha continuato i sopralluoghi presso le periferie, visitando le zone di Macchia dello Sterparo, Selvotta, Colle dello Stinco, Via di Vermicino e le strade di competenza provinciale.

Il Primo cittadino si è incontrato anche con i responsabili della manutenzione stradale della Provincia di Roma che, da lui investiti delle problematiche della pulizia dei marciapiedi e del fronte delle strade di loro competenza, sono prontamente intervenuti in merito.

Fonti: comunicati dell’Ufficio stampa del Comune di Frascati

La raccolta differenziata porta a portaSi mettano l’anima in pace i Consiglieri di Minoranza Fiasco, Pacifici e Privitera, che in queste giornate di afa e solleone si fanno prendere dall’ansia di esternare, attraverso un volantino e un comunicato, senza sapere o non volendo sapere.

La raccolta differenziata porta a porta finanziata dalla Provincia

Il nuovo progetto sulla differenziata, infatti, presentato alla Provincia di Roma, è risultato come è noto assegnatario di un contributo di ben 630 mila euro, di cui siamo in attesa dell’erogazione, con il quale si avvierà, con i tempi tecnici necessari, la raccolta su tutto il territorio comunale. Il progetto ha ottenuto il risultato del finanziamento proprio grazie alla scelta del porta a porta, che è l’unico metodo di raccolta differenziata che garantisce i risultati previsti dalla legge. Le modalità di raccolta saranno calibrate secondo le caratteristiche delle abitazioni, adattandosi come tipologia ad ogni quartiere. Per quanto riguarda poi le buste biodegradabili, l’Amministrazione Comunale ha deciso di prorogare questo servizio, avviato solo in via promozionale, almeno fino al momento dell’estensione della differenziata su tutto il territorio comunale. La consegna è ripresa regolarmente, dopo una breve interruzione tecnica comunicata con appositi avvisi, giovedì 5 agosto.

Il problema della migrazione dei rifiuti, collegato anche al problema delle discariche abusive, è molto serio e sentito in tantissime città e riguarda principalmente i comportamenti civici dei cittadini spesso non residenti. È giusto che siano applicate sanzioni ai trasgressori e in questo caso ci troviamo d’accordo con i Consiglieri di Minoranza. Ma riteniamo anche che i cittadini vadano educati al rispetto dei valori sociali e civici della comunità in cui si risiede. Tale rispetto si traduce anche nella salvaguardia del territorio e dell’ambiente, dove si vive, si lavora e si crescono i propri figli.

Tutti gli interventi operati nelle periferie, per una Frascati policentrica

Un’educazione che deve partire soprattutto dagli atteggiamenti responsabili della classe dirigente. È proprio per questo che invitiamo i consiglieri di Minoranza a smettere di gridare sempre che le cose vanno male, che le periferie vanno male! Non è vero! Si ricorda a titolo di esempio quanto realizzato: gli oltre 1000 punti luce. I 32 km di rete fognaria. Il padiglione di Colle Pizzuto. Il Centro Direzionale e il Parco Archeologico di Cocciano. I 24 km di strade asfaltate. E negli ultimi mesi l’attuazione delle varianti speciali approvate nel 2005 e del Piano particolareggiato di Vermicino. La presa in proprietà delle aree relative alle convenzioni degli scorsi anni che porteranno al recupero di circa 40 ettari a disposizione dell’Amministrazione Comunale per realizzare servizi pubblici. La riduzione di ben 700 mila metri cubi nell’area di Grotte Portella, nella quale i privati, che ne sono totalmente proprietari, cederanno alla Città di Frascati tra l’altro ben 16 ettari (in totale sono 31) per uso pubblico. E poi l’approvazione del progetto per la realizzazione di un impianto fognario che servirà i quartieri di Cocciano, Cisternole, SS Apostoli e Selvotta con un collettore che si estenderà per circa 7,6 km da Vicolozzo di Spinetta a quello di via San Giacinto e servirà circa 7000 abitanti. L’importo dei lavori, che ammonta a 8,5 milioni di euro, verrà completamente stanziato dalla società Acea Ato 2. La gara indetta dal Provveditorato per le Opere Pubbliche, di aggiudicazione del collettore denominato “Macchia bassa”, per il quale è stato ottenuto un finanziamento Regionale di € 1.000.000. la realizzazione del micro-tunneling di via Tuscolana relativo al collettore denominato XXII Rubbie, che serve l’omonima località. La pubblicazione della graduatoria relativa al bando dei collettori secondari. Il completamento del nuovo tratto della bretella che collega via E. Fermi e via delle Cisternole ed è in corso di realizzazione la rotatoria con via di Santa Croce. Il collocamento del tubo ponte fognario sulla ferrovia Roma-Cassino per confluire le acque nere del centro storico e di via Enrico Fermi al depuratore di Roma come ulteriore opera di bonifica. L’apertura del nuovo Asilo Nido Comunale di Pietra Porzia all’avanguardia nel settore. Si tratta di una lunga lista di opere a favore dei quartieri periferici di Frascati, che i cittadini ben conoscono. E sicuramente più decisivi di alcuni rallentatori di velocità che comunque considerata l’importanza sono già stati programmati.

I consiglieri di Minoranza devono farsi una ragione di un fatto molto semplice ed elementare: e cioè che ovviamente loro non possono essere a conoscenza di tutte le iniziative e dei numerosi incontri che il Sindaco, gli Assessori e i Consiglieri di Maggioranza, alcuni residenti proprio in quelle zone, hanno con i residenti dei quartieri periferici, dei rapporti che intrattengono con i Comitati di quartiere e della pianificazione che avviene nell’interesse esclusivo dei cittadini. Ovviamente altre cose sono da fare e con i tempi dovuti saranno realizzate.

Diciamo basta al gioco d’azzardo della Minoranza di centrodestra!

È per questo che diciamo basta a questa sorta di gioco d’azzardo. Basta con il disinformare i cittadini. Infine, i 3 Consiglieri di Minoranza invece di preoccuparsi delle inesistenti lacerazioni all’interno del centro sinistra, farebbero bene a preoccuparsi di altre più vere e reali lacerazioni nazionali che li riguardano e che rischiano di compromettere l’azione degli Enti Locali e di portare il Paese al voto con tutte le disastrose conseguenze che si possono immaginare.

La Maggioranza di Governo e la Giunta Comunale stanno lavorando bene, per ottenere l’unico vero risultato che conta: migliorare sempre di più la qualità della vita dei cittadini.

Fonte: tratto dal comunicato stampa del Comune di Frascati

In merito all’approvazione, da parte del Consiglio comunale, del piano urbanistico della località Grotte Portella, il portavoce del centrosinistra di Frascati, Massimo Marciano, ha dichiarato:

 

“Grazie al voto compatto dei Consiglieri comunali della maggioranza di centrosinistra che governa Frascati, la nostra città e quindi tutti noi frascatani oggi abbiamo 18 ettari di verde di proprietà pubblica in più e 700 mila metri cubi di cemento in meno. E’ questo il senso della delibera urbanistica sull’area di Grotte Portella approvata dal Consiglio comunale, che realizza così una fascia verde di protezione dall’avanzata della periferia di Roma”.

Il video con la dichiarazione completa:

 

Bad Behavior has blocked 79 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok