Un gazebo di Pd e Sel a Frascati

Il Partito Democratico e Sinistra Ecologia Libertà di Frascati denunciano la campagna di autentica discriminazione razziale promossa dal Pdl locale in relazione al conferimento da parte del Comune di una borsa lavoro ad una nostra concittadina e madre di famiglia, residente dal 1985 a Frascati, solo perché si tratta di una donna di origine Rom.

Oggi gli esponenti del Pdl hanno anche distribuito nella città un volantino che rischia di infiammare una polemica a sfondo razziale.

Il volantino del Pdl

Il Pd e Sel sostengono con convinzione lo sforzo di inclusione sociale perseguito dall’amministrazione comunale di concerto con le tante realtà cittadine impegnate nel campo della solidarietà. 
Siamo certi che questa irresponsabile semina di odio e divisione, finalizzata al rastrellamento di qualche sporadico consenso elettorale, non troverà terreno fertile nel tessuto sociale della nostra città, luogo accogliente e solidale  per storia e tradizione.

Così come accolta con solidarietà e apprezzamento per il suo impegno lavorativo è stata la nostra concittadina da parte degli ospiti del Centro anziani dove si occupa, per le poche ore e per l’esiguo compenso consentiti dalla borsa lavoro, della pulizia dei locali.

Provinciali 2013, è già caccia ai candidati

Leggi la notizia

Scarica l’articolo

ilmamilio.it

Il coordinamento politico comunale di Frascati di Sinistra Ecologia Libertà – anche a nome di iscritte, iscritti e simpatizzanti – esprime preoccupazione e ferma condanna per la grave intimidazione di questa notte rivolta al Partito democratico cittadino, con il tentativo di effrazione della sede, una bandiera bruciacchiata e l’insegna distrutta. Diamo la nostra piena solidarietà agli amici e compagni del Pd di Frascati per questo gesto vigliacco e intimidatorio di cui sono stati fatti oggetto, pronti a fare la nostra parte al loro fianco per manifestare la condanna di tutti coloro che hanno a cuore la democrazia e il civile confronto politico.

Da alcuni anni assistiamo con preoccupante crescente frequenza a gesti di vero e proprio squadrismo, spesso purtroppo sminuiti da alcuni come “bravate”, che manifestano la recrudescenza di razzismo, sessismo e intolleranza nel nostro Paese. La politica, quella vera, deve stroncare immediatamente, anche nel linguaggio di alcuni alti esponenti nazionali, questi rigurgiti di un passato che è stato definitivamente cancellato dalla nostra storia grazie al patto costituzionale, da cui è nata la nostra Repubblica democratica, antifascista, pacifista e fondata sul lavoro che proprio ieri ha festeggiato il suo 65° anniversario.

La strana coincidenza della ricorrenza del 2 giugno con il vile attacco subito dagli amici e compagni del Pd di Frascati deve far riflettere, insieme alle modalità dell’accaduto.

Bad Behavior has blocked 65 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok