solo bugie e calunnie e nessuna idea seria

Come dimostrano le recenti elezioni amministrative, il partito del Popolo delle libertà e i suoi alleati di centrodestra perdono il consenso dei cittadini, ma continuano nella loro politica aggressiva e piena di bugie.

Anche a Frascati - come sta facendo a Milano e a Napoli - il Pdl ha avviato una campagna di calunnie, accusando l’amministrazione municipale di centrosinistra addirittura di voler favorire le occupazioni abusive di case di proprietà comunale.

Il Pdl dice bugie ai frascatani perché, al contrario di quello che scrive sui suoi manifesti (affissi abusivamente), sa benissimo che:

1) La Giunta Di Tommaso ha spiegato in Consiglio comunale che sono stati tempestivamente avviati tutti gli atti previsti dalla legge per allontanare da un appartamento chi lo occupa abusivamente;

2) La legge concede all’occupante abusivo il tempo necessario per lasciare l’alloggio, tempo che l’amministrazione comunale è tenuta a rispettare;

3) La Giunta Di Tommaso ha più volte fornito chiarimenti ai consiglieri comunali del Pdl circa la necessità di rispettare i tempi previsti dalla legge prima di poter avviare le procedure di sgombero dell’alloggio, qualora continui ad essere occupato;

4) Gli uffici comunali, che seguono attentamente la vicenda, devono anche rispondere alle continue, petulanti e pretestuose richieste dei consiglieri comunali del Pdl, che finiscono per rallentare l’ordinato svolgimento delle attività.

La Giunta Di Tommaso e le forze politiche del centrosinistra dicono no alle calunnie che il Pdl usa a Frascati con lo stesso stile della campagna elettorale a Milano e a Napoli.

Siamo per la legalità e la chiarezza e continueremo a lavorare con l’impegno di sempre per la nostra città.

Il vicesindaco Piero Iacono

In merito ai manifesti, affissi abusivamente da una parte dell’opposizione in alcune zone della Città, relativamente all’immobile di Via Principe Amedeo, il Vicesindaco e Assessore al Patrimonio Piero Iacono precisa:

«Nonostante le precisazioni fornite nei giorni scorsi dall’Amministrazione Comunale, assistiamo al reiterare di comportamenti strumentali e dichiarazioni non veritiere a mezzo di manifesti abusivi affissi in Città da una parte dell’opposizione che creano soltanto confusione su una vicenda per la quale gli uffici Comunali stanno svolgendo correttamente l’iter di legge previsto. Come già sottolineato gli Uffici comunali hanno notificato la diffida di riconsegna chiavi per il rilascio dell’immobile attraverso la notifica ai sensi dell’Art. 140 del C.P.C., in quanto non è stato possibile consegnare la stessa alla persona interessata.

La notifica è divenuta esecutiva lo scorso 5 maggio. Da quella data sono decorsi i 15 giorni previsti per il rilascio spontaneo dell’immobile, termini che sono scaduti venerdì 20 maggio, alle ore 24.00. Questa mattina, alla riapertura degli uffici, il Comune ha verificato il mancato rilascio e si procederà quindi alla comunicazione di esecuzione di rilascio forzosa, con l’ausilio delle Forze dell’ordine».

Fonte: comunicato dell’ufficio stampa del Comune di Frascati

Manifesto abusivo che copre uno regolareAncora un manifesto politico, che annuncia una prossima iniziativa, affisso abusivamente, a tappezzare ogni angolo di Frascati, anche su cassonetti e oggetti di arredo urbano. E ancora una volta ad essere coperti, come nel caso illustrato dalla foto, sono stati anche dei manifesti regolarmente affissi dalle forze politiche del centrosinistra di Frascati.

La proposta dell’associazione politica Frascati a Sinistra di un osservatorio cittadino contro le affissioni abusive sarà presentata alla stampa lunedì 5 ottobre 2009 alle ore 18 nella sede di via del Mercato 18 a Frascati.

L’incontro sarà l’apertura della campagna che Frascati a Sinistra intende avviare per contrastare il fenomeno dell’insudiciamento di muri ed elementi di arredo urbano, nonché contro l’occupazione delle plance comunali in violazione dell’obbligo di versamento della tassa sulle affissioni pubbliche, per mantenere pulita la nostra città.

Un’iniziativa ancor più necessaria in considerazione del prossimo avvio della campagna elettorale per le elezioni regionali della prossima primavera. In occasione della consultazione europea e comunale del giugno scorso, abbiamo assistito a una aggressione mai vista prima da parte di manifesti elettorali di forze politiche e di singoli candidati.

Frascati a Sinistra si è limitata, come prevede la legge, ad affiggere i propri manifesti per le elezioni comunali e quelli di Sinistra e Libertà per quelle europee negli spazi appositamente riservatici sulle plance elettorali e non ha autorizzato i propri candidati, che hanno tutti aderito all’appello, a stampare e affiggere manifesti e volantini di propaganda personale. Il nostro comportamento corretto, per una informazione elettorale rispettosa delle norme e del decoro della città di Frascati, è stato vanificato dal fatto che i nostri manifesti e quelli di Sinistra e Libertà, da noi affissi secondo le regole, sono stati immediatamente dopo l’affissione coperti con sistematica precisione, tanto da far pensare a un’azione studiata per “oscurare” la Sinistra.

Per il decoro della nostra città, per il rispetto delle leggi, per la correttezza che chi fa politica deve dimostrare nei confronti dei cittadini, Frascati a Sinistra promuoverà e sosterrà l’osservatorio contro le affissioni abusive e le iniziative per arginare e, se necessario, sanzionare adeguatamente i “furbetti del manifestino”.

 

Massimo Marciano

Manifesti abusiviGli angoli della città di Frascati anche oggi imbrattati da svariate copie di un manifesto affisso abusivamente. Stavolta si tratta di una organizzazione di estrema destra che pubblicizza una propria iniziativa politica. Tanti appelli e tante dichiarazioni di principio, ma i “furbetti del manifestino” sono sempre al lavoro, salvo poi nascondere la mano dopo aver lanciato il sasso: dopo aver lanciato la “moda” dell’attacchinaggio selvaggio in tutte le campagne elettorali degli anni recenti, ora molti si affannano a cercare di far intendere ai cittadini che “tanto sono tutti uguali” e quindi tutti imbrattano.

L’associazione politica Frascati a Sinistra ha deciso che è il momento di dire basta a questa ipocrisia: chi affigge abusivamente, senza pagare la tassa per le affissioni e senza rispettare gli spazi appositamente dedicati, deve renderne conto ai cittadini. Che hanno il diritto di vigilare e di esigere il rispetto delle regole. Per questo Frascati a Sinistra lancerà nei prossimi giorni una proposta per un osservatorio cittadino contro gli abusi.

Frascati a Sinistra si è impegnata, nel corso della campagna elettorale per le amministrative nella nostra città, a non affiggere più nessun manifesto abusivamente e fuori dagli spazi assegnati. E, come i frascatani hanno potuto vedere (anzi: NON vedere), i manifesti elettorali di Frascati a Sinistra affissi negli appositi spazi che le erano stati concessi, come lista appartenente alla coalizione di centrosinistra, sono stati sempre immediatamente coperti (abusivamente) dai manifesti delle altre coalizioni.

Nonostante questo “oscuramento” scientifico, i frascatani possono constatare che ancora oggi sui muri e sulle plance per le affissioni in tutta la città non c’è neanche un manifesto abusivo affisso da Frascati a Sinistra.  Ma non bastano le buone intenzioni e i comportamenti conseguenti: occorre la vigilanza di tutti i cittadini. E’ per questo che nei prossimi giorni Frascati a Sinistra presenterà una propria proposta per combattere concretamente i “furbetti del manifestino”, con la creazione di un osservatorio contro le affissioni abusive al quale tutti i frascatano saranno chiamati a dare il loro contributo. Allora si vedrà chi veramente continua a sporcare la città. Anche se lancia il sasso e nasconde la mano.

Massimo Marciano


I Partiti della Coalizione e i Gruppi Consiliari di Centro Sinistra sostengono il Sindaco e la Giunta per la realizzazione dell’Asilo Nido di Via Fausto Cecconi così come previsto dal programma elettorale

 

In riferimento all’ex piscina di Via Fausto Cecconi e agli articoli apparsi sulla stampa locale e a campagne di raccolta firme in corso, vogliamo ricordare che il Consiglio Comunale di Frascati ha previsto nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2009 (approvato con delibera di CC n. 110 del 23/12/2008) di realizzare un nuovo asilo nido nell’area dell’ex impianto sportivo di Via Fausto Cecconi, con annessa piscina e area attrezzata, entrambe dedicate all’attività motoria dei bambini (centri estivi). È prevista inoltre la realizzazione di un parcheggio di oltre 100 posti auto nel piano interrato, che sarà di pertinenza dell’asilo e a servizio del quartiere.

 

La realizzazione di tale opera è stata voluta dalla precedente Giunta e dalla coalizione di centro sinistra e inserita nel programma elettorale, per essere proposta democraticamente alla cittadinanza. La vittoria alle scorse elezioni con oltre il 50% del consenso al primo turno conforta quindi all’Amministrazione Comunale nell’attuare il progetto, mantenendo l’impegno preso con gli elettori e con i piccoli frascatani che felicemente ne usufruiranno.

 

I bambini a Frascati da 0 a tre anni alla data odierna sono 715 e, nonostante la prossima apertura del bellissimo asilo di Pietra Porzia (quindi 120 posti pubblici compreso l’asilo di Grotteportella), resteranno nella lista d’attesa 54 bambini, senza tenere conto che a ottobre ci sarà la possibilità di nuove domande. È bene ricordare che a Frascati sono presenti ben 3 centri sportivi con piscine e un quarto sarà inaugurato prossimamente a ridosso dell’area urbana.

 

 

Partito democratico

Italia dei Valori

Frascati a Sinistra

Unione dei moderati

Con Stefano Di Tommaso scegli Frascati

Bad Behavior has blocked 10 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok