Mentre perdura da tempo una grave crisi economica - che ha portato anche a una drastica riduzione dei trasferimenti finanziari dallo Stato ai Comuni - e mentre i cittadini reclamano giustamente dalla politica attenzione ai problemi concreti delle persone abbandonando le vecchie alchimie degli accordi sottobanco fra gruppi e correnti, il centrosinistra che amministra molte città - com’è a Frascati - e che si candida autorevolmente a governare l’Italia non può accettare di barattare le scelte sulle priorità e sul lavoro amministrativo con compromessi fra correnti di partito, gruppi e pressioni individualistiche.

È per questo che con rammarico, ma con senso di responsabilità verso i cittadini e lealtà per le istituzioni, le forze politiche del centrosinistra di Frascati prendono atto della decisione di tre consiglieri comunali - fra i quali un ex assessore che ha amministrato la nostra città negli ultimi quattro anni - di abbandonare la coalizione e il gruppo consiliare del Pd, andando di fatto a schierarsi con l’opposizione.

Siamo convinti di aver preso la decisione giusta per la città:

abbiamo detto no

alle rendite di posizione, ai personalismi, ai compromessi fatti nelle segrete stanze pur di governare a qualunque costo,

abbiamo detto sì

alla trasparenza e alla buona politica che si occupa dei problemi concreti delle persone, che oggi soffrono tutto il peso della crisi economica.

Con altrettanto rammarico abbiamo vissuto negli ultimi mesi gli atteggiamenti altalenanti dei tre consiglieri che - tra uscite dall’aula che hanno fatto mancare il numero legale e distinzioni non adeguatamente motivate rispetto agli altri consiglieri di maggioranza - hanno di fatto costituito un atteggiamento ostruzionistico che rischiava di paralizzare il lavoro amministrativo. Riteniamo che quanto accaduto nell’ultimo consiglio comunale faccia quindi chiarezza.

Noi pensiamo che ora l’unica sede nella quale possa verificarsi se esistano le condizioni per assicurare alla città di Frascati un governo certo e autorevole sia quella istituzionale: il consiglio comunale. Non certo le segrete stanze.

Chiediamo quindi al Sindaco Stefano Di Tommaso di individuare gli interventi amministrativi urgenti e irrinunciabili, per il bene della città e dei frascatani, da realizzare nell’ultima fase di questa consigliatura e di scegliere la squadra di governo che ritiene più autorevole e capace di portare a compimento questo programma di fine mandato. E di sottoporli poi alla valutazione del consiglio comunale, come atto di trasparenza e di rispetto per le istituzioni e i cittadini.


Pieno sostegno alle decisioni dalla Giunta Di Tommaso

SanitàLe forze politiche del centrosinistra di Frascati prendono atto con soddisfazione della decisione del Pdl locale di aderire alle mobilitazioni già in atto da mesi - per iniziativa di partiti, cittadini e operatori sanitari - per la difesa dell’ospedale cittadino, contro gli scriteriati tagli alla sanità pubblica decisi dalla governatrice del Lazio, Renata Polverini.

L’ospedale di Frascati è un importante presidio territoriale per un bacino di utenza di 80 mila abitanti, il cui pronto soccorso opera ben 34 mila interventi l’anno e non può essere soppresso, come invece vorrebbe la Polverini. Manifestando finalmente a difesa dei lavoratori della sanità pubblica e dei cittadini, oggi i rappresentanti del Pdl dimostrano di voler finalmente mettere da parte la propaganda politica e di aderire alle iniziative di mobilitazione decise da mesi dal Consiglio comunale di Frascati.

Coerentemente con quella decisione, il Sindaco Stefano Di Tommaso, sostenuto dalle forze politiche e dai consiglieri comunali del centrosinistra, ha presentato un ricorso contro il piano della Polverini, che intenderebbe chiudere il pronto soccorso di Frascati, moderno e recentemente ristrutturato spendendo oltre un milione di euro di soli pubblici.

Il centrosinistra di Frascati chiede anche alla Polverini di dire parole certe sulle prospettive di rinnovo del contratto di lavoro dei tanti precari che assicurano il funzionamento della sanità pubblica e rendono efficiente l’ospedale di Frascati.

Il Pdl oggi ha finalmente rotto gli indugi e si unisce alla battaglia contro il piano Polverini. Le forze politiche del centrosinistra, che fin dal primo momento hanno portato la mobilitazione dei frascatani sotto le finestre degli uffici della governatrice del Lazio partecipando a una grande manifestazione di tutti i Sindaci del territorio, confidano che da oggi la battaglia per la difesa della sanità pubblica possa vedere uniti tutti i partiti al fianco dei cittadini, degli operatori sanitari e della Giunta Di Tommaso.

Alfredo Gulisano

La partecipazione alla lettura condivisa della Costituzione italiana, che si è svolta nel Centro anziani di via Matteotti, nell’ambito del programma di “Libertà, precarietà, irriverenza”, mostra e iniziative sulla lettura e letteratura per l’infanzia. È con questo gesto dall’alto valore simbolico - come omaggio alla Carta costituzionale nata dalla lotta di Liberazione, alle vecchie generazioni che hanno lottato per la democrazia e alle nuove che saranno chiamate a consolidarla sempre più - che Alfredo Gulisano, consigliere comunale di Frascati a Sinistra, lista unitaria della sinistra cittadina, ha iniziato il suo primo giorno di lavoro come delegato del Sindaco, Stefano Di Tommaso, per i Centri anziani.

Il prossimo impegno annunciato da Gulisano sarà l’incontro che intende organizzare con tutti i presidenti dei Centri anziani della città, per conoscere le problematiche che stanno loro a cuore e per avviare uno stretto rapporto di collaborazione. L’incarico che il primo cittadino ha conferito a Gulisano si inserisce nel quadro del riordino delle attribuzioni all’interno della squadra di governo cittadino, che ha visto rafforzare il ruolo della lista Frascati a Sinistra anche grazie ai nuovi incarichi ai quali sono stati chiamati dal Sindaco Damiano Morelli e Massimo Marciano.

Morelli è stato designato dal Sindaco Di Tommaso come Presidente della Società Tuscolana Servizi srl, la multiservizi partecipata al 94% dal Comune di Frascati che si occupa di fornire alcuni servizi essenziali anche ad altri Comuni dei Castelli Romani. Un incarico di vertice al quale Morelli giunge dopo aver concluso il suo precedente mandato di Assessore al bilancio portando all’attenzione della Giunta comunale il bilancio preventivo 2011.

Il documento finanziario, nonostante i pesanti tagli operati dal governo e dalla Regione Lazio ai trasferimenti di fondi ai Comuni, contiene sotto la media nazionale il peso economico del federalismo municipale per le famiglie, le persone a basso reddito e le piccole imprese a conduzione familiare, e comunque continua ad assicurare i livelli di eccellenza nei servizi sociali raggiunti da anni a Frascati. Per i risultati raggiunti nel lavoro svolto in amministrazione, che gli sono valsi l’importante incarico di Presidente della Sts, il Direttivo di Frascati a Sinistra ha espresso e gratitudine a Morelli e soddisfazione per le responsabilità di indirizzo politico, strategico e gestionale che va ad assumere alla multiservizi.

Il quadro dei nuovi incarichi conferiti da Di Tommaso ai rappresentanti della Sinistra frascatana si completa con Marciano, coordinatore cittadino di Sinistra Ecologia Libertà, che collaborerà con il Sindaco nel coordinamento della maggioranza politica e, d’intesa con la Giunta, nell’organizzazione dei lavori per l’attuazione del programma di governo, oltre a contribuire alla definizione dei programmi per l’Educazione degli adulti e la formazione. Collaborerà anche nella organizzazione degli strumenti di partecipazione, con particolare riguardo alla costituzione delle consulte di settore previste dallo Statuto comunale.

Una Sinistra, insomma, che esce dalla ridefinizione degli assetti voluta dal Sindaco rafforzata nel governo delle città di Frascati.

 


Cambia l’assetto della Giunta Comunale: entrano Mastrosanti e Senzacqua, esce Ciuccoli

Damiano MorelliTempo di bilanci per la Sts, la società multiservizi della quale il Comune di Frascati è il socio di maggioranza assoluta. Un bilancio i cui dati preliminari fanno presumere una chiusura positiva per il 2010, grazie a un’attenta gestione dei centri di spesa. Un risultato che si abbina a un’opera di profonda riorganizzazione e di attenzione alla comunità locale che si è svolta anche rappresentando, in un periodo di crisi del mondo del lavoro, un baluardo di tutela occupazionale a garanzia di tante persone del territorio, che lavorano nella Sts, e delle loro famiglie.

È questo il quadro dei risultati con cui l’avvocato Roberto Mastrosanti chiude, come Presidente, il suo mandato triennale nel Consiglio di amministrazione della Sts. E proprio il Sindaco di Frascati, Stefano Di Tommaso, dopo aver ringraziato Mastrosanti per aver assolto al meglio l’incarico affidatogli in questi tre anni di mandato appena conclusosi, lo ha chiamato ad un nuovo, importante impegno per la città, chiedendogli di entrare a far parte, anche in virtù dei risultati conseguiti alla guida della Sts, della Giunta comunale.

A succedere a Mastrosanti nel consiglio di amministrazione della Sts, Di Tommaso ha designato l’attuale assessore comunale al bilancio, Damiano Morelli, che arriva alla multiservizi subito dopo aver presentato alla Giunta il bilancio preventivo 2011. Pur nelle difficoltà del momento, dovute alla stretta operata con il federalismo municipale dal governo nei fondi trasferiti ai Comuni, il preventivo presentato da Morelli mantiene inalterata l’attenzione ai servizi sociali e all’assistenza delle persone più deboli, cosa di cui Frascati ha fatto negli ultimi anni il proprio fiore all’occhiello.

Nonostante proprio i servizi alle fasce sociali più bisognose siano stati i settori maggiormente falcidiati dalle decisioni del governo, il Comune di Frascati si è fatto carico di reperire in proprio le risorse economiche necessarie ad assicurare il mantenimento degli attuali livelli di assistenza. E lo fa contenendo al massimo l’aumentato peso del federalismo municipale varato dal governo per le categorie maggiormente colpite dagli effetti della crisi economica: le famiglie, le persone a basso reddito e le piccole imprese a conduzione familiare.

Un lavoro, quello fatto finora dall’assessore Morelli in Giunta, che è stato quindi riconosciuto dal sindaco Di Tommaso come una valida competenza gestionale, di cui ci sarà bisogno nei prossimi tre anni nel consiglio di amministrazione della Sts per continuare il lavoro avviato dal Presidente uscente Mastrosanti.

L’avvicendamento nella squadra di governo della città di Frascati, in tutte le sue articolazioni, voluto dal sindaco Di Tommaso per sfruttare al meglio le competenze dimostrate dai suoi collaboratori nel primo anno e mezzo di mandato amministrativo, si completa con l’ingresso nella Giunta comunale di Gianpaolo Senzacqua, che da diversi anni ricopre l’incarico di Presidente dell’associazione “Amici di Frascati”, promotrice di pubblicazioni e iniziative volte alla conoscenza della storia, della cultura e delle tradizioni della città. L’esperienza maturata da Senzacqua nella società civile è stata ritenuta dal sindaco Di Tommaso meritevole di essere trasferita nell’Amministrazione Comunale, per la cura dei settori della cultura, del turismo, del verde pubblico, del decoro urbano e della tutela degli animali.

Le deleghe assegnate all’Assessore Armanda Tavani sono le seguenti: politiche educative, asili nido e pari opportunità.

Lascia la Giunta comunale anche l’assessore all’ambiente, alla viabilità e ai parcheggi Paolo Ciuccoli, al termine di una lunga esperienza amministrativa avviata già diversi anni fa come consigliere comunale, a cui va il ringraziamento dell’Amministrazione. Nell’ambito della riorganizzazione dell’organigramma, parte dei settori già curati da Ciuccoli vengono ampliati con la competenza in materia di bilancio, lasciata libera da Morelli, e affidati a Mastrosanti, che assume anche la delega all’innovazione tecnologica e semplificazione amministrativa e il coordinamento dei progetti speciali.

Fonte: comunicato dell’ufficio stampa del Comune di Frascati

La raccolta differenziata porta a portaSi mettano l’anima in pace i Consiglieri di Minoranza Fiasco, Pacifici e Privitera, che in queste giornate di afa e solleone si fanno prendere dall’ansia di esternare, attraverso un volantino e un comunicato, senza sapere o non volendo sapere.

La raccolta differenziata porta a porta finanziata dalla Provincia

Il nuovo progetto sulla differenziata, infatti, presentato alla Provincia di Roma, è risultato come è noto assegnatario di un contributo di ben 630 mila euro, di cui siamo in attesa dell’erogazione, con il quale si avvierà, con i tempi tecnici necessari, la raccolta su tutto il territorio comunale. Il progetto ha ottenuto il risultato del finanziamento proprio grazie alla scelta del porta a porta, che è l’unico metodo di raccolta differenziata che garantisce i risultati previsti dalla legge. Le modalità di raccolta saranno calibrate secondo le caratteristiche delle abitazioni, adattandosi come tipologia ad ogni quartiere. Per quanto riguarda poi le buste biodegradabili, l’Amministrazione Comunale ha deciso di prorogare questo servizio, avviato solo in via promozionale, almeno fino al momento dell’estensione della differenziata su tutto il territorio comunale. La consegna è ripresa regolarmente, dopo una breve interruzione tecnica comunicata con appositi avvisi, giovedì 5 agosto.

Il problema della migrazione dei rifiuti, collegato anche al problema delle discariche abusive, è molto serio e sentito in tantissime città e riguarda principalmente i comportamenti civici dei cittadini spesso non residenti. È giusto che siano applicate sanzioni ai trasgressori e in questo caso ci troviamo d’accordo con i Consiglieri di Minoranza. Ma riteniamo anche che i cittadini vadano educati al rispetto dei valori sociali e civici della comunità in cui si risiede. Tale rispetto si traduce anche nella salvaguardia del territorio e dell’ambiente, dove si vive, si lavora e si crescono i propri figli.

Tutti gli interventi operati nelle periferie, per una Frascati policentrica

Un’educazione che deve partire soprattutto dagli atteggiamenti responsabili della classe dirigente. È proprio per questo che invitiamo i consiglieri di Minoranza a smettere di gridare sempre che le cose vanno male, che le periferie vanno male! Non è vero! Si ricorda a titolo di esempio quanto realizzato: gli oltre 1000 punti luce. I 32 km di rete fognaria. Il padiglione di Colle Pizzuto. Il Centro Direzionale e il Parco Archeologico di Cocciano. I 24 km di strade asfaltate. E negli ultimi mesi l’attuazione delle varianti speciali approvate nel 2005 e del Piano particolareggiato di Vermicino. La presa in proprietà delle aree relative alle convenzioni degli scorsi anni che porteranno al recupero di circa 40 ettari a disposizione dell’Amministrazione Comunale per realizzare servizi pubblici. La riduzione di ben 700 mila metri cubi nell’area di Grotte Portella, nella quale i privati, che ne sono totalmente proprietari, cederanno alla Città di Frascati tra l’altro ben 16 ettari (in totale sono 31) per uso pubblico. E poi l’approvazione del progetto per la realizzazione di un impianto fognario che servirà i quartieri di Cocciano, Cisternole, SS Apostoli e Selvotta con un collettore che si estenderà per circa 7,6 km da Vicolozzo di Spinetta a quello di via San Giacinto e servirà circa 7000 abitanti. L’importo dei lavori, che ammonta a 8,5 milioni di euro, verrà completamente stanziato dalla società Acea Ato 2. La gara indetta dal Provveditorato per le Opere Pubbliche, di aggiudicazione del collettore denominato “Macchia bassa”, per il quale è stato ottenuto un finanziamento Regionale di € 1.000.000. la realizzazione del micro-tunneling di via Tuscolana relativo al collettore denominato XXII Rubbie, che serve l’omonima località. La pubblicazione della graduatoria relativa al bando dei collettori secondari. Il completamento del nuovo tratto della bretella che collega via E. Fermi e via delle Cisternole ed è in corso di realizzazione la rotatoria con via di Santa Croce. Il collocamento del tubo ponte fognario sulla ferrovia Roma-Cassino per confluire le acque nere del centro storico e di via Enrico Fermi al depuratore di Roma come ulteriore opera di bonifica. L’apertura del nuovo Asilo Nido Comunale di Pietra Porzia all’avanguardia nel settore. Si tratta di una lunga lista di opere a favore dei quartieri periferici di Frascati, che i cittadini ben conoscono. E sicuramente più decisivi di alcuni rallentatori di velocità che comunque considerata l’importanza sono già stati programmati.

I consiglieri di Minoranza devono farsi una ragione di un fatto molto semplice ed elementare: e cioè che ovviamente loro non possono essere a conoscenza di tutte le iniziative e dei numerosi incontri che il Sindaco, gli Assessori e i Consiglieri di Maggioranza, alcuni residenti proprio in quelle zone, hanno con i residenti dei quartieri periferici, dei rapporti che intrattengono con i Comitati di quartiere e della pianificazione che avviene nell’interesse esclusivo dei cittadini. Ovviamente altre cose sono da fare e con i tempi dovuti saranno realizzate.

Diciamo basta al gioco d’azzardo della Minoranza di centrodestra!

È per questo che diciamo basta a questa sorta di gioco d’azzardo. Basta con il disinformare i cittadini. Infine, i 3 Consiglieri di Minoranza invece di preoccuparsi delle inesistenti lacerazioni all’interno del centro sinistra, farebbero bene a preoccuparsi di altre più vere e reali lacerazioni nazionali che li riguardano e che rischiano di compromettere l’azione degli Enti Locali e di portare il Paese al voto con tutte le disastrose conseguenze che si possono immaginare.

La Maggioranza di Governo e la Giunta Comunale stanno lavorando bene, per ottenere l’unico vero risultato che conta: migliorare sempre di più la qualità della vita dei cittadini.

Fonte: tratto dal comunicato stampa del Comune di Frascati

L’avanzo di amministrazione è di oltre tre milioni e mezzo, ridotti i residui attivi e passivi.

La Giunta comunaleMartedì 3 agosto 2010 - Anche per il 2009, come negli ultimi anni, il bilancio del Comune di Frascati si chiude con un avanzo di amministrazione, che per l’anno scorso supera i tre milioni e mezzo di euro. In aumento, rispetto al 2008, sia la spesa corrente (+ 1,3%) sia quella per investimenti (+ 42,4%) sostenute nel 2009, in media, per ogni abitante.

Sono i dati che emergono dallo schema di conto consuntivo approvato questa mattina dalla Giunta municipale. Il bilancio comunale, quindi, si conferma solido anche per il 2009. L’avanzo di amministrazione potrà, infatti, essere destinato a nuovi investimenti.

L’avanzo ammonta complessivamente a tre milioni e 649 mila euro: cifra che risulta dalla differenza tra l’attivo di sei milioni e 57 mila euro, rappresentato dai fondi destinati agli investimenti, e il passivo della spesa ordinaria, che ammonta a due milioni e 407 mila euro. Il dato negativo della spesa ordinaria è stato determinato da alcune minori entrate nel 2009 e dalla accertata inesigibilità di crediti relativi ad annualità precedenti. La legge prevede che le minori entrate debbano essere recuperate nei tre anni successivi: in questo caso tra il 2010 e il 2012. Pertanto, entro il prossimo 30 settembre, in occasione dei riequilibri di bilancio, in conseguenza delle minori entrate verrà fatta una manovra per ridurre la spesa, ma anche per iscrivere entrate straordinarie intervenute in corso d’anno.

Con il consuntivo 2009, oltre l’importante avanzo d’amministrazione, sono emersi altri dati significativi che testimoniano come il Comune di Frascati stia progressivamente migliorando i propri conti ed i relativi parametri, nonostante il difficile momento dell’economia nazionale e mondiale.  Raffrontando i dati del bilancio 2008 con quelli del 2009 emerge quanto segue:

  • Nel 2009 il Comune, nonostante i limiti imposti dal Patto di stabilità, che è stato comunque rispettato, ha effettuato pagamenti per 32 milioni e 611 mila euro, con un leggero incremento rispetto all’anno precedente;
  • La quota di rigidità della spesa, determinata dalle spese fisse come stipendi dei dipendenti e pagamento di mutui, si è ridotta dal 29% al 27% (il limite massimo ammesso dalla legge è il 75%);
  • L’incidenza degli interessi passivi si è ridotta dal 9% al 7% (limite massimo ammesso è il 15%);
  • L’incidenza della spesa del personale è rimasta invariata al 20% (limite massimo ammesso è il 39%);
  • Il totale dei residui attivi in rapporto agli accertamenti di competenza è sceso dal 179%  al 117%;
  • Il totale dei residui passivi in raqpporto agli impegni di competenza è sceso dal 172% al 111%;
  • Il totale dei residui attivi relativi alle annualità precedenti è sceso da 61 a 58,8 milioni d’euro  (- 3,7%);
  • Il totale dei residui passivi relativi alle annualità precedenti è sceso da 59,6 a 58,8 milioni d’euro  (- 1,2%);
  • La spesa corrente pro capite è passata da 1.189,17 a 1.203,39 euro ( +1,3%);
  • La spesa per investimenti pro capite è passata da 271,44 a 386,76 euro (+42,4%).

Pur in un momento difficile a causa della crisi economica globale ancora non risolta e dei continui vincoli che vengono imposti per le esigenze di risanamento della finanza pubblica, l’Amministrazione Comunale ha quindi confermato il massimo dell’attenzione nella gestione del bilancio dell’Ente conseguendo risultati concreti attraverso un costante impegno che proseguirà per l’anno in corso ed i successivi.

Fonte: Comunicato stampa dell’Amministrazione Comunale di Frascati


I Partiti della Coalizione e i Gruppi Consiliari di Centro Sinistra sostengono il Sindaco e la Giunta per la realizzazione dell’Asilo Nido di Via Fausto Cecconi così come previsto dal programma elettorale

 

In riferimento all’ex piscina di Via Fausto Cecconi e agli articoli apparsi sulla stampa locale e a campagne di raccolta firme in corso, vogliamo ricordare che il Consiglio Comunale di Frascati ha previsto nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2009 (approvato con delibera di CC n. 110 del 23/12/2008) di realizzare un nuovo asilo nido nell’area dell’ex impianto sportivo di Via Fausto Cecconi, con annessa piscina e area attrezzata, entrambe dedicate all’attività motoria dei bambini (centri estivi). È prevista inoltre la realizzazione di un parcheggio di oltre 100 posti auto nel piano interrato, che sarà di pertinenza dell’asilo e a servizio del quartiere.

 

La realizzazione di tale opera è stata voluta dalla precedente Giunta e dalla coalizione di centro sinistra e inserita nel programma elettorale, per essere proposta democraticamente alla cittadinanza. La vittoria alle scorse elezioni con oltre il 50% del consenso al primo turno conforta quindi all’Amministrazione Comunale nell’attuare il progetto, mantenendo l’impegno preso con gli elettori e con i piccoli frascatani che felicemente ne usufruiranno.

 

I bambini a Frascati da 0 a tre anni alla data odierna sono 715 e, nonostante la prossima apertura del bellissimo asilo di Pietra Porzia (quindi 120 posti pubblici compreso l’asilo di Grotteportella), resteranno nella lista d’attesa 54 bambini, senza tenere conto che a ottobre ci sarà la possibilità di nuove domande. È bene ricordare che a Frascati sono presenti ben 3 centri sportivi con piscine e un quarto sarà inaugurato prossimamente a ridosso dell’area urbana.

 

 

Partito democratico

Italia dei Valori

Frascati a Sinistra

Unione dei moderati

Con Stefano Di Tommaso scegli Frascati

Un grande risultato per Frascati a Sinistra alle elezioni comunali: oltre 740 voti e un consigliere comunale, primo partito del centrosinistra dopo il Pd e subito dopo la lista civica organizzata da Stefano Di Tommaso, neosindaco di Frascati al primo turno con il 50,4% dei consensi, staccando di quasi trenta punti percentuali il secondo candidato, Vincenzo Conte, del centrodestra.

Gli elettori hanno promosso il nostro progetto politico: una Sinistra senza aggettivi né preclusioni, unita nel portare all’interno del centrosinistra i valori storici che sono il nostro riferimento. Ora inizia l’impegno nell’amministrazione comunale.

Un impegno che assolveremo con il nostro consigliere comunale, Alfredo Gulisano, e con l’assessore Damiano Morelli, al quale sono state conferite le deleghe a bilancio, promozione e attuazione degli istituti di partecipazione popolare, cooperazione e rapporti internazionali.

Il consenso ottenuto, del quale siamo grati ai nostri elettori, che ringraziamo, è un ulteriore stimolo sulla strada che abbiamo intrapreso con il nostro progetto politico. Ora siamo più forti nel perseguirlo.

Massimo Marciano
Coordinatore politico di Frascati a Sinistra

Bad Behavior has blocked 94 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok