Questo è il testo della lettera aperta che ho inviato oggi al sindaco e all’assessore alle politiche culturali del Comune di Frascati:

Raffaele MarcianoCaro Sindaco, caro Assessore,

vi informo che nella giornata di oggi io e mia sorella Serena abbiamo avuto l’opportunità di visitare gli scantinati della scuola media di via Risorgimento, dove sono stati trasferiti libri e documenti della biblioteca comunale che non hanno trovato posto nelle sale di lettura.

Il fine della nostra visita era quello di verificare lo stato di conservazione dei circa 270 faldoni, contenenti documenti e articoli di giornale riguardanti la storia e le cronache quotidiane di Frascati e dei Castelli Romani, raccolti da nostro padre Raffaele Marciano dai primi anni Sessanta fino al 1999, anno in cui decise di donare il suo archivio al Comune. L’intento di nostro padre era di rendere fruibile agli studiosi e alle giovani generazioni il frutto della sua paziente opera giornaliera di raccolta di documenti e articoli di quotidiani e periodici, svolta negli oltre quarant’anni in cui si è impegnato a Frascati e nei Castelli Romani nel suo lavoro di insegnante e nelle sue attività sociali, sindacali e politiche. Fedele, così, ai suoi principi, secondo i quali la memoria delle vecchie generazioni deve essere messa al servizio della crescita culturale e civica dei giovani, ai quali ha dedicato le sue energie di insegnante.

Io e mia sorella Serena abbiamo inteso compiere questa ricognizione in quanto avevamo ritenuto giusto aggiungere a quella raccolta gli altri faldoni in cui nostro padre continuò a raccogliere documenti e articoli fino alla sua morte, il 21 gennaio 2003. Io e mia sorella Serena stavamo anche valutando l’eventualità di donare al Comune, seguendo gli intenti manifestati da nostro padre con la donazione del 1999, la sua biblioteca, anch’essa frutto di decenni di studi storici, politici e di storia e cultura locale di Frascati, dei Castelli Romani e della Ciociaria, sua terra di origine.

Dalla nostra ricognizione, io e mia sorella abbiamo constatato che l’archivio donato da nostro padre Raffaele risulta disperso. Dei circa 270 faldoni donati da nostro padre, abbiamo potuto ritrovarne solo tre, uno dei quali largamente incompleto.

Capirete certamente che, in questo contesto, io e mia sorella Serena abbiamo riconsiderato il nostro intento di donare il resto dell’archivio e la biblioteca di nostro padre Raffaele. Cercheremo in ogni caso, a nostra cura, il modo per poter rendere fruibile al pubblico questo materiale.

Io e mia sorella Serena vi saremmo molto grati se poteste fornirci informazioni sul destino dell’archivio storico e giornalistico donato da nostro padre Raffaele al Comune: se fosse stato per caso spostato da qualcuno in altre sedi, se qualcuno ne avesse disposto la distruzione, se fosse andato disperso e per quale motivo.

Cordiali saluti.

Massimo Marciano


Cambia l’assetto della Giunta Comunale: entrano Mastrosanti e Senzacqua, esce Ciuccoli

Damiano MorelliTempo di bilanci per la Sts, la società multiservizi della quale il Comune di Frascati è il socio di maggioranza assoluta. Un bilancio i cui dati preliminari fanno presumere una chiusura positiva per il 2010, grazie a un’attenta gestione dei centri di spesa. Un risultato che si abbina a un’opera di profonda riorganizzazione e di attenzione alla comunità locale che si è svolta anche rappresentando, in un periodo di crisi del mondo del lavoro, un baluardo di tutela occupazionale a garanzia di tante persone del territorio, che lavorano nella Sts, e delle loro famiglie.

È questo il quadro dei risultati con cui l’avvocato Roberto Mastrosanti chiude, come Presidente, il suo mandato triennale nel Consiglio di amministrazione della Sts. E proprio il Sindaco di Frascati, Stefano Di Tommaso, dopo aver ringraziato Mastrosanti per aver assolto al meglio l’incarico affidatogli in questi tre anni di mandato appena conclusosi, lo ha chiamato ad un nuovo, importante impegno per la città, chiedendogli di entrare a far parte, anche in virtù dei risultati conseguiti alla guida della Sts, della Giunta comunale.

A succedere a Mastrosanti nel consiglio di amministrazione della Sts, Di Tommaso ha designato l’attuale assessore comunale al bilancio, Damiano Morelli, che arriva alla multiservizi subito dopo aver presentato alla Giunta il bilancio preventivo 2011. Pur nelle difficoltà del momento, dovute alla stretta operata con il federalismo municipale dal governo nei fondi trasferiti ai Comuni, il preventivo presentato da Morelli mantiene inalterata l’attenzione ai servizi sociali e all’assistenza delle persone più deboli, cosa di cui Frascati ha fatto negli ultimi anni il proprio fiore all’occhiello.

Nonostante proprio i servizi alle fasce sociali più bisognose siano stati i settori maggiormente falcidiati dalle decisioni del governo, il Comune di Frascati si è fatto carico di reperire in proprio le risorse economiche necessarie ad assicurare il mantenimento degli attuali livelli di assistenza. E lo fa contenendo al massimo l’aumentato peso del federalismo municipale varato dal governo per le categorie maggiormente colpite dagli effetti della crisi economica: le famiglie, le persone a basso reddito e le piccole imprese a conduzione familiare.

Un lavoro, quello fatto finora dall’assessore Morelli in Giunta, che è stato quindi riconosciuto dal sindaco Di Tommaso come una valida competenza gestionale, di cui ci sarà bisogno nei prossimi tre anni nel consiglio di amministrazione della Sts per continuare il lavoro avviato dal Presidente uscente Mastrosanti.

L’avvicendamento nella squadra di governo della città di Frascati, in tutte le sue articolazioni, voluto dal sindaco Di Tommaso per sfruttare al meglio le competenze dimostrate dai suoi collaboratori nel primo anno e mezzo di mandato amministrativo, si completa con l’ingresso nella Giunta comunale di Gianpaolo Senzacqua, che da diversi anni ricopre l’incarico di Presidente dell’associazione “Amici di Frascati”, promotrice di pubblicazioni e iniziative volte alla conoscenza della storia, della cultura e delle tradizioni della città. L’esperienza maturata da Senzacqua nella società civile è stata ritenuta dal sindaco Di Tommaso meritevole di essere trasferita nell’Amministrazione Comunale, per la cura dei settori della cultura, del turismo, del verde pubblico, del decoro urbano e della tutela degli animali.

Le deleghe assegnate all’Assessore Armanda Tavani sono le seguenti: politiche educative, asili nido e pari opportunità.

Lascia la Giunta comunale anche l’assessore all’ambiente, alla viabilità e ai parcheggi Paolo Ciuccoli, al termine di una lunga esperienza amministrativa avviata già diversi anni fa come consigliere comunale, a cui va il ringraziamento dell’Amministrazione. Nell’ambito della riorganizzazione dell’organigramma, parte dei settori già curati da Ciuccoli vengono ampliati con la competenza in materia di bilancio, lasciata libera da Morelli, e affidati a Mastrosanti, che assume anche la delega all’innovazione tecnologica e semplificazione amministrativa e il coordinamento dei progetti speciali.

Fonte: comunicato dell’ufficio stampa del Comune di Frascati

Bad Behavior has blocked 254 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok