Alfredo Gulisano

La partecipazione alla lettura condivisa della Costituzione italiana, che si è svolta nel Centro anziani di via Matteotti, nell’ambito del programma di “Libertà, precarietà, irriverenza”, mostra e iniziative sulla lettura e letteratura per l’infanzia. È con questo gesto dall’alto valore simbolico - come omaggio alla Carta costituzionale nata dalla lotta di Liberazione, alle vecchie generazioni che hanno lottato per la democrazia e alle nuove che saranno chiamate a consolidarla sempre più - che Alfredo Gulisano, consigliere comunale di Frascati a Sinistra, lista unitaria della sinistra cittadina, ha iniziato il suo primo giorno di lavoro come delegato del Sindaco, Stefano Di Tommaso, per i Centri anziani.

Il prossimo impegno annunciato da Gulisano sarà l’incontro che intende organizzare con tutti i presidenti dei Centri anziani della città, per conoscere le problematiche che stanno loro a cuore e per avviare uno stretto rapporto di collaborazione. L’incarico che il primo cittadino ha conferito a Gulisano si inserisce nel quadro del riordino delle attribuzioni all’interno della squadra di governo cittadino, che ha visto rafforzare il ruolo della lista Frascati a Sinistra anche grazie ai nuovi incarichi ai quali sono stati chiamati dal Sindaco Damiano Morelli e Massimo Marciano.

Morelli è stato designato dal Sindaco Di Tommaso come Presidente della Società Tuscolana Servizi srl, la multiservizi partecipata al 94% dal Comune di Frascati che si occupa di fornire alcuni servizi essenziali anche ad altri Comuni dei Castelli Romani. Un incarico di vertice al quale Morelli giunge dopo aver concluso il suo precedente mandato di Assessore al bilancio portando all’attenzione della Giunta comunale il bilancio preventivo 2011.

Il documento finanziario, nonostante i pesanti tagli operati dal governo e dalla Regione Lazio ai trasferimenti di fondi ai Comuni, contiene sotto la media nazionale il peso economico del federalismo municipale per le famiglie, le persone a basso reddito e le piccole imprese a conduzione familiare, e comunque continua ad assicurare i livelli di eccellenza nei servizi sociali raggiunti da anni a Frascati. Per i risultati raggiunti nel lavoro svolto in amministrazione, che gli sono valsi l’importante incarico di Presidente della Sts, il Direttivo di Frascati a Sinistra ha espresso e gratitudine a Morelli e soddisfazione per le responsabilità di indirizzo politico, strategico e gestionale che va ad assumere alla multiservizi.

Il quadro dei nuovi incarichi conferiti da Di Tommaso ai rappresentanti della Sinistra frascatana si completa con Marciano, coordinatore cittadino di Sinistra Ecologia Libertà, che collaborerà con il Sindaco nel coordinamento della maggioranza politica e, d’intesa con la Giunta, nell’organizzazione dei lavori per l’attuazione del programma di governo, oltre a contribuire alla definizione dei programmi per l’Educazione degli adulti e la formazione. Collaborerà anche nella organizzazione degli strumenti di partecipazione, con particolare riguardo alla costituzione delle consulte di settore previste dallo Statuto comunale.

Una Sinistra, insomma, che esce dalla ridefinizione degli assetti voluta dal Sindaco rafforzata nel governo delle città di Frascati.

 


Aggiornata la seduta del Consiglio comunale

Invia questo articolo Stampa questo articolo Tutte le notizie di oggi

FRASCATI: RIMANDATA L’APPROVAZIONE SU GROTTE PORTELLA

Nota del portavoce di maggioranza Marciano

«Con il voto compatto del centrosinistra verrà approvato questo importante piano, con il quale assicureremo protezione dell’ambiente, tutela del territorio, diritto alla casa e alla socialità dei frascatani»

 100726l-castellinewsit-grotte-portella_page_1.jpg

Dichiarazione del portavoce del centrosinistra di Frascati, Massimo Marciano: “Centrodestra irresponsabile verso cittadini e istituzioni fa solo ostruzionismo”

“Ancora una volta dobbiamo constatare, con profondo rammarico, che i Consiglieri comunali delle tre liste di minoranza del centrodestra hanno dimostrato assoluto disprezzo della correttezza istituzionale, mancanza di rispetto per le legittime aspettative dei cittadini in attesa dell’approvazione di un provvedimento amministrativo che dà risposte a loro diritti, incapacità di contrapporre seri ragionamenti politici alle proposte dell’amministrazione comunale e della maggioranza di centrosinistra”.Il video con la dichiarazione completa:

Dopo l’eliminazione di tutte le situazioni di degrado e la realizzazione di 30 alloggi nell’ex Orfanotrofio Micara, ex Carceri ed ex Lazzaretto, dopo l’apertura a gennaio del cantiere di via Ianari, che prevede la ristrutturazione del secondo edificio e la realizzazione di 16 nuovi alloggi, nella seduta di Consiglio Comunale dell’11 maggio è stato approvato il regolamento per la cessione degli immobili ad uso residenziale.

Approvato da Partito Democratico, Italia dei Valori, Frascati a Sinistra, Unione dei Moderati, lista Con Stefano Di Tommaso Scegli Frascati, il regolamento

PORTA A COMPIMENTO

un iter avviato già con la delibera del dicembre 2008, votata all’unanimità, nel segno della continuità che ha visto un costante confronto con i cittadini interessati e un impegno ininterrotto da parte dell’Amministrazione e degli uffici;

CONSENTE

finalmente ai conduttori degli appartamenti di vedere riconosciute le loro legittime aspettative all’abitazione;

RISOLVE

un problema affettivo e sociale per molte famiglie frascatane;

PERMETTE

di realizzare nei prossimi mesi quanto auspicato dall’Amministrazione e dai cittadini.

Continua così l’attuazione del Piano Casa cittadino che permetterà, anche con l’intervento di Prato della Corte, di realizzare altri 28 nuovi alloggi, così da risolvere i problemi di molte famiglie che realmente hanno necessità.

Manifesto abusivo che copre uno regolareAncora un manifesto politico, che annuncia una prossima iniziativa, affisso abusivamente, a tappezzare ogni angolo di Frascati, anche su cassonetti e oggetti di arredo urbano. E ancora una volta ad essere coperti, come nel caso illustrato dalla foto, sono stati anche dei manifesti regolarmente affissi dalle forze politiche del centrosinistra di Frascati.

La proposta dell’associazione politica Frascati a Sinistra di un osservatorio cittadino contro le affissioni abusive sarà presentata alla stampa lunedì 5 ottobre 2009 alle ore 18 nella sede di via del Mercato 18 a Frascati.

L’incontro sarà l’apertura della campagna che Frascati a Sinistra intende avviare per contrastare il fenomeno dell’insudiciamento di muri ed elementi di arredo urbano, nonché contro l’occupazione delle plance comunali in violazione dell’obbligo di versamento della tassa sulle affissioni pubbliche, per mantenere pulita la nostra città.

Un’iniziativa ancor più necessaria in considerazione del prossimo avvio della campagna elettorale per le elezioni regionali della prossima primavera. In occasione della consultazione europea e comunale del giugno scorso, abbiamo assistito a una aggressione mai vista prima da parte di manifesti elettorali di forze politiche e di singoli candidati.

Frascati a Sinistra si è limitata, come prevede la legge, ad affiggere i propri manifesti per le elezioni comunali e quelli di Sinistra e Libertà per quelle europee negli spazi appositamente riservatici sulle plance elettorali e non ha autorizzato i propri candidati, che hanno tutti aderito all’appello, a stampare e affiggere manifesti e volantini di propaganda personale. Il nostro comportamento corretto, per una informazione elettorale rispettosa delle norme e del decoro della città di Frascati, è stato vanificato dal fatto che i nostri manifesti e quelli di Sinistra e Libertà, da noi affissi secondo le regole, sono stati immediatamente dopo l’affissione coperti con sistematica precisione, tanto da far pensare a un’azione studiata per “oscurare” la Sinistra.

Per il decoro della nostra città, per il rispetto delle leggi, per la correttezza che chi fa politica deve dimostrare nei confronti dei cittadini, Frascati a Sinistra promuoverà e sosterrà l’osservatorio contro le affissioni abusive e le iniziative per arginare e, se necessario, sanzionare adeguatamente i “furbetti del manifestino”.

 

Massimo Marciano

Manifesti abusiviGli angoli della città di Frascati anche oggi imbrattati da svariate copie di un manifesto affisso abusivamente. Stavolta si tratta di una organizzazione di estrema destra che pubblicizza una propria iniziativa politica. Tanti appelli e tante dichiarazioni di principio, ma i “furbetti del manifestino” sono sempre al lavoro, salvo poi nascondere la mano dopo aver lanciato il sasso: dopo aver lanciato la “moda” dell’attacchinaggio selvaggio in tutte le campagne elettorali degli anni recenti, ora molti si affannano a cercare di far intendere ai cittadini che “tanto sono tutti uguali” e quindi tutti imbrattano.

L’associazione politica Frascati a Sinistra ha deciso che è il momento di dire basta a questa ipocrisia: chi affigge abusivamente, senza pagare la tassa per le affissioni e senza rispettare gli spazi appositamente dedicati, deve renderne conto ai cittadini. Che hanno il diritto di vigilare e di esigere il rispetto delle regole. Per questo Frascati a Sinistra lancerà nei prossimi giorni una proposta per un osservatorio cittadino contro gli abusi.

Frascati a Sinistra si è impegnata, nel corso della campagna elettorale per le amministrative nella nostra città, a non affiggere più nessun manifesto abusivamente e fuori dagli spazi assegnati. E, come i frascatani hanno potuto vedere (anzi: NON vedere), i manifesti elettorali di Frascati a Sinistra affissi negli appositi spazi che le erano stati concessi, come lista appartenente alla coalizione di centrosinistra, sono stati sempre immediatamente coperti (abusivamente) dai manifesti delle altre coalizioni.

Nonostante questo “oscuramento” scientifico, i frascatani possono constatare che ancora oggi sui muri e sulle plance per le affissioni in tutta la città non c’è neanche un manifesto abusivo affisso da Frascati a Sinistra.  Ma non bastano le buone intenzioni e i comportamenti conseguenti: occorre la vigilanza di tutti i cittadini. E’ per questo che nei prossimi giorni Frascati a Sinistra presenterà una propria proposta per combattere concretamente i “furbetti del manifestino”, con la creazione di un osservatorio contro le affissioni abusive al quale tutti i frascatano saranno chiamati a dare il loro contributo. Allora si vedrà chi veramente continua a sporcare la città. Anche se lancia il sasso e nasconde la mano.

Massimo Marciano


I Partiti della Coalizione e i Gruppi Consiliari di Centro Sinistra sostengono il Sindaco e la Giunta per la realizzazione dell’Asilo Nido di Via Fausto Cecconi così come previsto dal programma elettorale

 

In riferimento all’ex piscina di Via Fausto Cecconi e agli articoli apparsi sulla stampa locale e a campagne di raccolta firme in corso, vogliamo ricordare che il Consiglio Comunale di Frascati ha previsto nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2009 (approvato con delibera di CC n. 110 del 23/12/2008) di realizzare un nuovo asilo nido nell’area dell’ex impianto sportivo di Via Fausto Cecconi, con annessa piscina e area attrezzata, entrambe dedicate all’attività motoria dei bambini (centri estivi). È prevista inoltre la realizzazione di un parcheggio di oltre 100 posti auto nel piano interrato, che sarà di pertinenza dell’asilo e a servizio del quartiere.

 

La realizzazione di tale opera è stata voluta dalla precedente Giunta e dalla coalizione di centro sinistra e inserita nel programma elettorale, per essere proposta democraticamente alla cittadinanza. La vittoria alle scorse elezioni con oltre il 50% del consenso al primo turno conforta quindi all’Amministrazione Comunale nell’attuare il progetto, mantenendo l’impegno preso con gli elettori e con i piccoli frascatani che felicemente ne usufruiranno.

 

I bambini a Frascati da 0 a tre anni alla data odierna sono 715 e, nonostante la prossima apertura del bellissimo asilo di Pietra Porzia (quindi 120 posti pubblici compreso l’asilo di Grotteportella), resteranno nella lista d’attesa 54 bambini, senza tenere conto che a ottobre ci sarà la possibilità di nuove domande. È bene ricordare che a Frascati sono presenti ben 3 centri sportivi con piscine e un quarto sarà inaugurato prossimamente a ridosso dell’area urbana.

 

 

Partito democratico

Italia dei Valori

Frascati a Sinistra

Unione dei moderati

Con Stefano Di Tommaso scegli Frascati

Il 30 settembre 2009 scade il termine per presentare la richiesta per ricevere il reddito minimo garantito e il gruppo di lavoro sulle politiche del lavoro di Frascati a Sinistra ha deciso di dare informazioni in merito a tutti coloro a cui può interessare.

Il reddito minimo garantito è stato istituito con la legge regionale n. 4/2009, su proposta della Giunta regionale di centro-sinistra del Lazio. E’ un provvedimento che, in questo momento di forte crisi, vuole dare un sostegno concreto a disoccupati, inoccupati e precari (ben diverso dall’elemosina della Social Card, che non basta nemmeno per un cappuccino al giorno…).

Commentando l’approvazione della legge, l’assessore al lavoro, alle pari opportunità e politiche giovanili della Regione Lazio, Alessandra Tibaldi, ha detto: “La Regione Lazio inaugura una nuova stagione di diritti sociali: prende il via la prima sperimentazione italiana del reddito minimo garantito. Una misura contro la crisi che innova il sistema del welfare e ci avvicina al resto d’Europa”.

I requisiti per accedere al Reddito minimo garantito per il 2009 sono:

- età compresa tra i 30 e i 44 anni compiuti (la richiesta si può inoltrare fino al giorno del compimento del 45esimo anno di età);

- essere iscritti al Centro per l’impiego come inoccupati o disoccupati/precariamente occupati; lo stato di disoccupazione si mantiene anche quando si è occupati, con lavoro dipendente o autonomo, ma si percepisce un reddito annuo inferiore a 8000 euro;

- essere residenti da almeno 24 mesi nella Regione Lazio;

- avere un reddito personale imponibile non superiore a 8.000 euro nell’anno precedente a quello della domanda;

- non avere maturato i requisiti per il trattamento pensionistico.

I modelli di richiesta del reddito minimo garantito si possono reperire nel Comune capofila del Distretto socio-sanitario cui appartiene il Comune di residenza di chi lo richiede (nel caso di Frascati, il Comune capofila è Monte Porzio Catone) e negli uffici delle Poste Italiane del Lazio.

A Frascati, il modello di richiesta si può trovare anche all’URP (ufficio comunale di piazza Marconi, piano terra, prima porta a sinistra) o alla Camera del Lavoro della CGIL (via di Villa Borghese).

Chi risiede nel Comune di Roma, può trovare il modello anche nel Municipio di appartenenza.

Una volta compilata la domanda, questa andrà consegnata, direttamente a mano o per raccomandata con ricevuta di ritorno, al Comune capofila del Distretto socio-sanitario (come è stato detto prima, per i residenti di Frascati è Monte Porzio Catone). I residenti a Roma possono consegnarla al Municipio di appartenenza.

Le domande devono essere consegnate o spedite dal 1° al 30 settembre 2009.

Ora veniamo allo specifico della parte economica. Il contributo economico erogato arriverà fino a 7.000 euro l’anno, pari a 583 euro mensili. Tutto ciò in considerazione della situazione economica del beneficiario. Verrà dato di più a chi più ne ha bisogno.

Infatti, per i precari, il contributo sarà proporzionato in base al reddito percepito nell’anno in corso (es. se si sono percepiti 5.000 euro, il contributo sarà di 2.000 euro).

Fatte le graduatorie e le opportune verifiche, una volta individuati i beneficiari, l’erogazione del reddito per l’anno 2009 partirà dal 5 novembre, durerà un anno ed avverrà ogni mese attraverso le Poste Italiane.

Le graduatorie saranno rese pubbliche e in ogni caso, le indicazioni della Regione Lazio sono che i Centri per l’impiego contattino direttamente i possibili beneficiari e facciano ulteriori verifiche. Se queste vanno a buon fine, verrà stipulato un patto di servizio tra il Centro per l’impiego e il beneficiario del reddito minimo garantito: egli riceverà il contributo, impegnandosi però ad accettare un eventuale lavoro propostogli.

L’art. 7 del Regolamento regionale n. 9 del 2009 disciplina la decadenza e la sospensione del reddito minimo garantito.

Dal sito della Regione Lazio è emerso che a poco più di due settimane dall’apertura dei termini per l’invio delle domande per l’accesso al reddito minimo garantito, le domande hanno già superato quota diecimila:

http://www.portalavoro.regione.lazio.it/portalavoro/news/?id=Reddito-minimo-garantito–Tibaldi—Gi%E0-oltre-10mila-domande-presentate-_183&a=0

Ringraziamo la Regione Lazio, il Circolo di Sinistra e Libertà di Ardea che giovedì 17 scorso ci ha ospitate per un’iniziativa pubblica di informazione sul reddito minimo garantito, l’assessore Alessandra Tibaldi e il collaboratore dell’assessore Tibaldi che ha risposto in maniera esauriente a tutti i dubbi e le domande.

Questa legge dimostra che quando la Sinistra è al governo, non ci sono chiacchiere e ci auguriamo che la maggioranza di centrosinistra alla Regione Lazio venga riconfermata, affinché non si torni indietro.

Marlene Molino

Gigliola Merusi

Gruppo di lavoro “Politiche del lavoro”

Frascati a Sinistra

Anche l’associazione politica “Frascati a Sinistra” aderisce all’iniziativa di sabato prossimo per la libertà dell’informazione. Il presidente, Massimo Marciano, ha inviato oggi il seguente messaggio a Franco Siddi e Roberto Natale, rispettivamente segretario generale e presidente del sindacato unitario dei giornalisti italiani, la Federazione nazionale della stampa italiana (Fnsi), organizzatore della manifestazione:

manifestazione_19_luglio.jpg

Caro Segretario, caro Presidente,

il direttivo dell’associazione politico-culturale “Frascati a Sinistra” ha deliberato all’unanimità la nostra adesione all’iniziativa per la libertà dell’informazione di sabato 19 prossimo, promossa dalla Fnsi a partire dalle 16 in piazza del Popolo a Roma.

Gli osservatori indipendenti internazionali segnalano con preoccupazione la retrocessione dell’Italia nelle graduatorie della libertà di stampa, precipitata nell’area dei Paesi dove l’informazione non è completamente libera: in tutti i Paesi di democrazia avanzata, a chi governa non è consentito di controllare, censurare, dileggiare la stampa nell’esercizio del suo dovere democratico di controllo del potere. Contrariamente a ciò che purtroppo accade sempre più di frequente in Italia.

Lo smantellamento, in atto da anni, delle norme faticosamente conquistate nel tempo a garanzia dei diritti dei lavoratori si fa sentire anche nel mondo dell’informazione: sono sempre di più i giornalisti, per lo più giovani, senza coperture contrattuali e normative, pagati pochi euro - anche con mesi di ritardo - per ogni pezzo “generosamente” pubblicato a esclusiva discrezione di editori poco interessati alla qualità dei contenuti e al lavoro di inchiesta, anche “scomodo”.

Difendere la libertà di informazione vuol dire difendere principi fondanti della nostra democrazia, come il diritto di espressione sancito dall’articolo 21 della Costituzione e la sovranità popolare, garantita dall’articolo 1 ma messa a serio rischio se a chi fa informazione, a qualunque livello e in qualunque settore, non sono assicurati l’autonomia e il rispetto necessari per informare correttamente e permettere, quindi, ai cittadini di formarsi un’opinione avendo il quadro completo e corretto dei fatti.

E’ per questo che anche “Frascati a Sinistra” sarà sabato in piazza con la Federazione della stampa e tanti cittadini, singoli e associati.

Frascati, 15 settembre 2009

Il Presidente

Massimo Marciano


In occasione della scomparsa di Maurizio Maresi - già consigliere e assessore comunale al commercio, esponente del Partito socialista italiano, poi coordinatore cittadino di Forza Italia e quindi dirigente del Popolo delle Libertà - il coordinatore politico di Frascati a Sinistra, Massimo Marciano, ha inviato questo messaggio di cordoglio:

A Mario Gori

Capogruppo del Pdl al consiglio comunale di Frascati

Frascati, 4 settembre 2009

Caro Mario,

ti prego cortesemente di farti interprete presso il tuo partito, e presso i suoi cari, dei sentimenti di cordoglio dell’associazione politica “Frascati a Sinistra” e miei personali per la scomparsa di Maurizio Maresi.

Ho conosciuto Maurizio, per motivi legati alla mia professione, al tempo del suo impegno nell’amministrazione comunale di Frascati. Poi ho avuto il piacere di condividere con lui l’impegno politico per la nostra città, su sponde opposte ma sempre con momenti di confronto e scambi di opinioni garbati, mai di vuota e preconcetta polemica. Ne ho sempre apprezzato la capacità di abbinare, a un impegno istituzionale e politico sempre rispettoso di tutti, la dedizione per il suo lavoro e l’attenzione verso chiunque gli chiedesse attenzione per una battuta, uno scambio di vedute, un’approfondita analisi politica.

Perdiamo un rappresentante di quel modo di fare politica e di “sentire” il dovere civico dell’amministrazione pubblica che, oggi, sembrano lontani nel tempo, con le radici ben salde nelle idee e nei valori che hanno costruito l’Italia democratica. Radici che ora spetta a noi rinverdire, non dimenticando mai l’esempio che persone come Maurizio ci hanno offerto.

Con un sincero abbraccio.

Massimo Marciano
Coordinatore politico di “Frascati a Sinistra”

Caro Massimo,

a nome mio e del PDL, ringrazio Te e Frascati a Sinistra per il nobile gesto con il quale avete reso il meritato tributo al compianto Maurizio.

Maurizio lascia un grande esempio di dedizione civica che sarà per me guida nella mia attività politica, e che spero di riuscir a tramandare, così come Lui ha fatto con me, alle future generazioni che vorranno impegnarsi nella gestione della res pubblica tuscolana.

Cons.Mario Gori
Capogruppo PDL Frascati

« Previous PageNext Page »

Bad Behavior has blocked 10 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok