Generoso ManciniC’è voluto molto tempo perché potessimo razionalizzare l’idea che da oggi non avremo più accanto Generoso Mancini, con la sua sincera amicizia, la sua capacità di sdrammatizzare con una battuta arguta anche i momenti più difficili, il suo alto senso di responsabilità istituzionale, la sua genuinità, tipica di un figlio di una terra dove si lavora duramente, com’è quella Ciociaria di cui era originario e di cui portava nei gesti spontanei e nell’impegno senza fatica i tratti distintivi. La ragione deve combattere, talvolta, contro l’emotività, che non vorrebbe ammettere che quel male, di fronte al quale fino all’ultimo momento Generoso non ha ammainato la bandiera della lotta, alla fine ce l’ha portato via.

Il coordinamento politico comunale di Frascati del partito di Sinistra Ecologia Libertà e il gruppo consiliare “Frascati a Sinistra” si uniscono in un commosso abbraccio alla moglie, ai tre figli e agli amici del Partito democratico, per il quale Generoso Mancini era al secondo mandato come consigliere comunale. Di lui merita di essere ricordato un episodio recente che ne testimonia in maniera limpida lo spirito di servizio nei confronti della comunità locale che ha degnamente rappresentato.

Si era nel pieno di una difficile e turbolenta seduta del consiglio comunale, con il rischio che il venir meno del numero legale rendesse impossibile prendere importanti e urgenti provvedimenti per la nostra città. Generoso, seduto al suo banco, riceve una telefonata, dopo la quale si chiude in un silenzio innaturale per la sua abituale giovialità, ma non abbandona il suo posto. La situazione non sfugge a chi lo conosce bene e gli è vicino. Ma, nonostante le insistenze, ci vuole molto per convincerlo a dire cosa lo aveva turbato: quella telefonata gli aveva annunciato che le condizioni di salute della sua mamma stavano irreparabilmente aggravandosi; ma nonostante l’ormai prossimo epilogo tragico, chiuso nel silenzio Generoso non ha pensato neanche per un attimo di abbandonare il suo posto, per essere sicuro che i cittadini da cui era stato chiamato ad amministrare Frascati non perdessero la possibilità di vedere approvati importanti progetti. Non è stato facile convincerlo a lasciare il suo seggio e correre per l’ultimo saluto alla sua mamma.

Nella sua prima consiliatura, Generoso è stato presidente della commissione Urbanistica, nonché delegato alle periferie e ai comitati di quartiere. Nella seconda è stato presidente della commissione Lavori Pubblici e manutenzioni e delegato alle manutenzioni periferiche.

Il pensiero va ai figli e alla moglie, che hanno perso un padre e un marito giovane e vitale. Generoso avrebbe compiuto 63 anni a settembre. E’ sempre stato una persona solare, spiritosa, a volte di quella grana grossa che fa però gruppo, ti dà quel senso di appartenenza, al di là del ruolo amministrativo. Non sono serviti ad abbatterne lo spirito di servizio per la comunità locale neanche i beceri argomenti di una certa politica di bassa lega, che hanno preso come pretesto di polemica politica insinuazioni gratuite riguardanti il lavoro di Generoso, per il quale era assegnatario da tempo di un locale di proprietà comunale, e l’attività svolta con merito nell’associazionismo culturale cittadino dalla figlia, la quale ha pagato il fatto che il padre fosse consigliere comunale, come se fosse una colpa o un demerito, e come se tutto ciò che ha dato con la sua associazione alla città di Frascati fosse unicamente merito del ruolo del padre e non della straordinaria capacità sua e di chi ha lavorato insieme a lei.

«Al cordoglio dei suoi cari - dice Damiano Morelli, presidente della Società Tuscolana servizi, la multiservizi partecipata dal Comune di Frascati - si aggiunge quello di tutti i lavoratori della Sts, di chi lo ha conosciuto personalmente e di chi lo ha conosciuto soltanto per il ruolo, oltre che da parte del Consiglio di Amministrazione e del Presidente, a cui mancherà tantissimo e con cui ha condiviso otto anni di strada fianco a fianco».

Frascati sport e solidarietàLa nuova stagione sportiva è appena agli inizi, ma la Città di Frascati si è già aggiudicata un importante titolo: quello della solidarietà e della partecipazione. Aderendo ad un progetto promosso dalla Sts Multiservizi Srl, infatti, dieci associazioni sportive cittadine hanno messo a disposizione del Comune di Frascati alcune quote di iscrizione ai loro corsi di preparazione agonistica, che verranno utilizzati dai Servizi sociali a favore di giovani da loro individuati, per permetterne l’inserimento in un’attività sociale importante e formativa come lo sport.

La Sts, società di servizi quasi interamente partecipata dal Comune di Frascati e che opera anche nelle cittadine di Colonna, Ciampino e Nemi, ha realizzato un opuscolo illustrativo del progetto, nel quale ha messo a disposizione degli spazi alle associazioni sportive che vi hanno aderito per permettere loro di illustrare le attività alle quali i ragazzi e le ragazze individuati dai Servizi sociali potranno partecipare. La pubblicazione, dal titolo “Frascati, sport e solidarietà”, verrà presentata questo fine settimana in occasione della “Festa dello sport” che il Comune di Frascati ha organizzato nel parco comunale di Villa Torlonia in collaborazione con la Regione Lazio e il Coni.

«Abbiamo pensato - spiega il presidente della Sts, Damiano Morelli - che lo sport potesse essere il terreno da fecondare per far crescere i nostri giovani, i cittadini di domani, in armonia con gli altri, acquisendo dalla pratica sportiva i valori di socialità e rispetto reciproco che saranno il bagaglio umano che poi porteranno con sé per tutta la vita. Un obiettivo che si può raggiungere permettendo a tutti, senza distinzioni di condizioni personali, sociali ed economiche, di partecipare all’attività sportiva. L’esempio concreto che vogliamo dare, con questo progetto, ai cittadini di domani è che, come nello sport, anche nella vita ci possono essere confronto e competizione, ma sempre nel rispetto delle regole e del diritto alla partecipazione di ognuno. E per assicurare questo diritto, le istituzioni locali, privati e associazioni sportive si sono impegnati insieme perché nessuno, nella nostra città, sia escluso da quella scuola di vita importantissima che è la pratica sportiva sana. Con questo progetto abbiamo intrapreso un percorso virtuoso con le associazioni sportive: contiamo di poter ripetere l’esperienza con analoghe iniziative».

«È con grande piacere - dice il sindaco di Frascati, Stefano Di Tommaso - che il Comune ha aderito a questa innovativa iniziativa della Sts, che permetterà al Servizio sociale di garantire, nell’ambito dei progetti di sostegno alle famiglie, la partecipazione gratuita alle discipline sportive. Noi crediamo che la più importante vittoria sportiva sia la partecipazione di tutti, senza barriere sociali, personali o economiche».

«La pratica sportiva - aggiunge Matteo Filipponi, consigliere comunale delegato allo sport -, generalmente vista come opportunità di successo e risultati, rappresenta a nostro avviso soprattutto un elemento fondamentale per saggiare lo stato di civiltà e apertura sociale di una comunità. Diventa pertanto una priorità quella di investire energie, risorse e cuore nel promuovere tra i giovani una giusta cultura sportiva, favorire l’adozione di uno stile di vita sano, permettere relazioni positive attraverso la collaborazione ed il confronto agonistico. Ringrazio l’ufficio comunale alla scuola e allo sport e i servizi sociali per l’impegno e la passione che hanno messo nella partecipazione al progetto».

Le associazioni sportive che hanno aderito al progetto della Sts sono: Karate Frascati, Asd atletica Frascati, Asd Città di Frascati Volley Ball Club, Asd Gioc Cocciano Frascati calcio, Asd Frascati scherma, Asd Lupa Frascati calcio, Asd Frascati scacchi, Asd Gym Point, Cooperativa tuscolana arte e cultura, Asd Frascati Skating Club. La Banca di Frascati ha co-finanziato con la Sts l’opuscolo “Frascati, sport e solidarietà”, che è stato realizzato grazie alla disponibilità e alla collaborazione dell’agenzia di grafica e pubblicità Outline.

Fonte: comunicato stampa dell’ufficio comunicazione della Sts Multiservizi Srl

Risultato positivo per 42 mila euro nel rendiconto a giugno 2011, grazie alla riduzione di affidamenti esterni e alla formazione del personale. Tra gli obiettivi strategici, il servizio integrato di accertamento e riscossione tributi per i Comuni della zona

Frascati, Villa AldobrandiniRaddoppiato, nei primi sei mesi dell’anno, l’attivo della Sts multiservizi srl rispetto al risultato del 2010. Il bilancio dei primi sei mesi del 2011 riporta il segno più per 42 mila euro, al netto degli oneri fiscali, rispetto ai 21 mila euro che rappresentano il risultato finale del consuntivo dello scorso anno.

Lo hanno reso noto il presidente, Damiano Morelli, e l’amministratore delegato, Paride Pizzi, a seguito della riunione, svoltasi nella sede di Frascati, dell’Assemblea dei soci della Sts, che ha approvato il bilancio della prima metà dell’anno. Nell’occasione, hanno anche anticipato alcune linee strategiche di intervento sulle quali si orienterà nell’immediato futuro il lavoro della multiservizi, a totale capitale pubblico, che associa i Comuni di Frascati, Ciampino, Colonna e Nemi.

Il risultato economico a tutto giugno segna un attivo lordo di oltre 136 mila euro, che arriva al netto di 42 mila euro una volta detratti i 94 mila euro di oneri derivanti dalle imposte. Un obiettivo raggiunto, in gran parte, attraverso il taglio del numero e dei compensi dei consulenti e mediante la gestione all’interno della struttura di alcuni servizi prima affidati a società e professionisti esterni.

«Dobbiamo ringraziare - ha detto il presidente Morelli - sia i Comuni soci, che hanno puntato molto sulla Sts, affidandoci sempre più servizi da gestire per loro conto, sia il personale della società che, ancora una volta di più, ha dimostrato tutta la sua professionalità e preparazione affrontando in prima persona processi di lavoro prima affidati all’esterno».

«Il capitale umano - gli ha fatto eco l’amministratore delegato Pizzi - si è dimostrato il valore aggiunto di questa società. Abbiamo investito molto nella formazione del personale, che ha risposto con grande senso di appartenenza all’azienda e sensibilità nel mettersi al servizio del territorio. La formazione interna sarà ancora lo strumento sul quale punteremo per aumentare ancora di più efficienza e professionalità del personale, così da poter continuare sulla strada della riduzione delle spese per gli affidamenti esterni, già drasticamente ridotti quest’anno».

Tra gli obiettivi strategici per l’immediato futuro, illustrati da Morelli e Pizzi, c’è l’offerta ai Comuni del territorio della gestione dei tributi locali. Il “decreto sviluppo” approvato dal governo, infatti, ha sancito la fine dell’incarico affidato finora ad Equitalia, riportando la gestione dei tributi locali ai Comuni. La Sts ha già attrezzato la propria struttura per curarne l’accertamento e la riscossione, spontanea e coattiva, con l’obiettivo di rafforzare il proprio ruolo di gestione comune dei servizi degli Enti locali, permettendo al tempo stesso un risparmio per le amministrazioni municipali dei Castelli Romani e un’ottimizzazione delle risorse e degli interventi.

Fonte: comunicato stampa della Sts multiservizi

Il consiglio comunale di FrascatiMentre il governo e la sua maggioranza di centrodestra litigano su fisco e debito pubblico, dilaniati dalle divisioni acuite dalla recente doppia sconfitta delle amministrative e dei referendum, la Giunta Di Tommaso e la sua maggioranza di centrosinistra questa mattina hanno approvato in consiglio comunale un bilancio 2011 che conferma l’attenzione alle politiche sociali che contraddistingue da anni la nostra città di Frascati.

Come ben sanno gli italiani, con i provvedimenti sul federalismo municipale il governo Berlusconi ha tagliato ai Comuni e alle Regioni in maniera pesante i fondi statali da destinare ai servizi sociali e alle politiche per il sostegno delle famiglie, azzerando gli stanziamenti del governo centrale a favore delle politiche sociali.

Questa scellerata manovra, contestata da sindaci e governatori regionali di tutti gli schieramenti politici, ha costretto gli Enti locali a far fronte alle necessità dei propri cittadini solo con le risorse economiche derivanti dalla fiscalità locale. Per questo Comuni e Regioni sono stati costretti ad aumentare, in particolare, le aliquote locali dell’addizionale Irpef e della tassa sullo smaltimento dei rifiuti (Tarsu).

La manovra di bilancio portata dalla Giunta Di Tommaso all’approvazione del consiglio comunale è stata articolata in modo da salvaguardare, anche a fronte dei tagli del governo centrale, le famiglie e i redditi più bassi. L’aumento della Tarsu, infatti, è stato ripartito tra tutte le categorie di contribuenti, salvaguardano le famiglie.

Inoltre, l’addizionale Irpef, nonostante l’aumento dello 0,2 per cento, è rimasta alla metà di quanto stabilito dalla maggior parte dei Comuni: lo 0,4 per cento contro il limite massimo concesso dalla legge dello 0,8 per cento, e contro anche una media dei Comuni del territorio che si aggira tra lo 0,6 e lo 0,7 per cento. È in ogni caso esclusa l’applicazione della nuova aliquota per i cittadini il cui reddito è inferiore ai 12 mila euro l’anno e che, quindi, beneficeranno dell’aliquota inferiore.

Tanto per avere alcuni esempi concreti, per un reddito di 20 euro l’incremento dell’addizionale Irpef comporterà una spesa annua di soli 40 euro (poco più di tre euro al mese); chi abita in una casa di cento metri quadri pagherà nel 2011 solo cinque euro in più, rispetto all’anno precedente, di tassa sui rifiuti.

Rimangono sostanzialmente inalterati, alla fine di questa operazione, i livelli di assistenza sociale garantiti dal Comuni ai cittadini più bisognosi. Questo è il risultato di un attento studio delle esigenze delle categorie sociali compiuto dagli uffici comunali, seguendo le valutazioni compiute con competenza e dedizione prima dall’ex assessore al bilancio, ora presidente della Sts multiservizi, Damiano Morelli, che ha predisposto l’impianto del documento economico, poi dall’attuale assessore, Roberto Mastrosanti, che ha presentato il bilancio 2011 al consiglio comunale per la definitiva approvazione.

Anche nelle ristrettezze imposte ai Comuni e alle Regioni da un governo che pensa solo a tutelare i privilegi di pochi ed è sempre più lontano dalle esigenze di vita quotidiana della famiglie, dei giovani, dei precari e dei pensionati, la Giunta Di Tommaso e la sua maggioranza di centrosinistra lavorano perché la città di Frascati continui ad essere un modello di buon governo per tutti, senza lasciare nessuno indietro.

“Dopo molti anni la sinistra torna ad avere un ruolo di piena responsabilità politica”

“Marciano: “Riconosciuto il ruolo della sinistra”

Il coordinatore cittadino di Sel commenta la nomina di Damiano Morelli a presidente della Sts

http://www.ilmamilio.it/castelli_notizie.asp?id=2489&by=h&com=Frascati

Ilmamilio.it


Riconosciuto il pieno ruolo della Sinistra nel governo della comunità locale

http://www.controluce.it/frascati-politica/riconosciuto-il-pieno-ruolo-della-sinistra-nel-governo-della-comunita-locale

Controluce.it


Frascati: Morelli alla presidenza della Sts

Nella riunione di giovedì 28 aprile

Marciano (Sel): «Riconosciuto il pieno ruolo della Sinistra nel governo della comunità locale»

http://www.castellinews.it/index.asp?act=v&id=17014&20110429Castellinews.it

Massimo Marciano

“Dopo vent’anni, la Sinistra torna ad avere una responsabilità di vertice nel governo della città di Frascati”. Così Massimo Marciano, coordinatore di Sinistra Ecologia Libertà di Frascati, commenta la nomina di Damiano Morelli a Presidente della Società Tuscolana Servizi srl, la multiservizi partecipata al novantaquattro per cento dal Comune di Frascati.

L’incarico è stato formalizzato ieri dall’Assemblea dei soci, che si è riunita per l’approvazione del bilancio 2010 e per la nomina del Consiglio di amministrazione. L’Assemblea ha anche riconfermato nel Cda Paride Pizzi, nel ruolo di amministratore delegato, e Alessandro De Luca, consigliere espresso dal Comune di Ciampino.

“Dopo i due Sindaci socialisti - prosegue Marciano - che nel periodo tra il 1976 e il 1981 hanno guidato giunte comunali che vedevano insieme Pci, Psi, Psdi e Pri, la Sinistra torna ad avere nella nostra città una piena responsabilità politica e gestionale. Lo fa in una struttura che, come vogliono le recenti normative per l’affidamento esterno di servizi pubblici che prima erano gestiti dagli Enti locali, fornisce ai cittadini per conto dei Comuni di Frascati, Ciampino, Colonna e Nemi una serie di servizi essenziali per le comunità del territorio. La decisione del Sindaco Stefano Di Tommaso di designare Morelli alla presidenza della Sts è un riconoscimento dell’importanza del ruolo politico di Sinistra Ecologia Libertà nel governo cittadino e delle capacità dimostrate da Damiano nel suo precedente incarico di assessore al bilancio, nel quale era stato chiamato in rappresentanza di ‘Frascati a Sinistra’, la lista unitaria della Sinistra cittadina”.

“Siamo consapevoli - conclude Marciano - della responsabilità che, attraverso Morelli, ci è stata affidata, con il ruolo di indirizzo politico e gestionale nella Sts srl: una società che da anni rappresenta, oltre che una garanzia per la fornitura di servizi essenziali alla cittadinanza, anche un baluardo di tutela occupazionale per tanti lavoratori. Il Presidente Morelli sarà chiamato, nei prossimi tre anni, a dare risposte alle aspettative dei cittadini, dei lavoratori e delle loro famiglie con la trasparenza e la sensibilità istituzionale che la Sinistra sa dimostrare quando viene chiamata al governo della cosa pubblica”.

Alfredo Gulisano

La partecipazione alla lettura condivisa della Costituzione italiana, che si è svolta nel Centro anziani di via Matteotti, nell’ambito del programma di “Libertà, precarietà, irriverenza”, mostra e iniziative sulla lettura e letteratura per l’infanzia. È con questo gesto dall’alto valore simbolico - come omaggio alla Carta costituzionale nata dalla lotta di Liberazione, alle vecchie generazioni che hanno lottato per la democrazia e alle nuove che saranno chiamate a consolidarla sempre più - che Alfredo Gulisano, consigliere comunale di Frascati a Sinistra, lista unitaria della sinistra cittadina, ha iniziato il suo primo giorno di lavoro come delegato del Sindaco, Stefano Di Tommaso, per i Centri anziani.

Il prossimo impegno annunciato da Gulisano sarà l’incontro che intende organizzare con tutti i presidenti dei Centri anziani della città, per conoscere le problematiche che stanno loro a cuore e per avviare uno stretto rapporto di collaborazione. L’incarico che il primo cittadino ha conferito a Gulisano si inserisce nel quadro del riordino delle attribuzioni all’interno della squadra di governo cittadino, che ha visto rafforzare il ruolo della lista Frascati a Sinistra anche grazie ai nuovi incarichi ai quali sono stati chiamati dal Sindaco Damiano Morelli e Massimo Marciano.

Morelli è stato designato dal Sindaco Di Tommaso come Presidente della Società Tuscolana Servizi srl, la multiservizi partecipata al 94% dal Comune di Frascati che si occupa di fornire alcuni servizi essenziali anche ad altri Comuni dei Castelli Romani. Un incarico di vertice al quale Morelli giunge dopo aver concluso il suo precedente mandato di Assessore al bilancio portando all’attenzione della Giunta comunale il bilancio preventivo 2011.

Il documento finanziario, nonostante i pesanti tagli operati dal governo e dalla Regione Lazio ai trasferimenti di fondi ai Comuni, contiene sotto la media nazionale il peso economico del federalismo municipale per le famiglie, le persone a basso reddito e le piccole imprese a conduzione familiare, e comunque continua ad assicurare i livelli di eccellenza nei servizi sociali raggiunti da anni a Frascati. Per i risultati raggiunti nel lavoro svolto in amministrazione, che gli sono valsi l’importante incarico di Presidente della Sts, il Direttivo di Frascati a Sinistra ha espresso e gratitudine a Morelli e soddisfazione per le responsabilità di indirizzo politico, strategico e gestionale che va ad assumere alla multiservizi.

Il quadro dei nuovi incarichi conferiti da Di Tommaso ai rappresentanti della Sinistra frascatana si completa con Marciano, coordinatore cittadino di Sinistra Ecologia Libertà, che collaborerà con il Sindaco nel coordinamento della maggioranza politica e, d’intesa con la Giunta, nell’organizzazione dei lavori per l’attuazione del programma di governo, oltre a contribuire alla definizione dei programmi per l’Educazione degli adulti e la formazione. Collaborerà anche nella organizzazione degli strumenti di partecipazione, con particolare riguardo alla costituzione delle consulte di settore previste dallo Statuto comunale.

Una Sinistra, insomma, che esce dalla ridefinizione degli assetti voluta dal Sindaco rafforzata nel governo delle città di Frascati.

 


Cambia l’assetto della Giunta Comunale: entrano Mastrosanti e Senzacqua, esce Ciuccoli

Damiano MorelliTempo di bilanci per la Sts, la società multiservizi della quale il Comune di Frascati è il socio di maggioranza assoluta. Un bilancio i cui dati preliminari fanno presumere una chiusura positiva per il 2010, grazie a un’attenta gestione dei centri di spesa. Un risultato che si abbina a un’opera di profonda riorganizzazione e di attenzione alla comunità locale che si è svolta anche rappresentando, in un periodo di crisi del mondo del lavoro, un baluardo di tutela occupazionale a garanzia di tante persone del territorio, che lavorano nella Sts, e delle loro famiglie.

È questo il quadro dei risultati con cui l’avvocato Roberto Mastrosanti chiude, come Presidente, il suo mandato triennale nel Consiglio di amministrazione della Sts. E proprio il Sindaco di Frascati, Stefano Di Tommaso, dopo aver ringraziato Mastrosanti per aver assolto al meglio l’incarico affidatogli in questi tre anni di mandato appena conclusosi, lo ha chiamato ad un nuovo, importante impegno per la città, chiedendogli di entrare a far parte, anche in virtù dei risultati conseguiti alla guida della Sts, della Giunta comunale.

A succedere a Mastrosanti nel consiglio di amministrazione della Sts, Di Tommaso ha designato l’attuale assessore comunale al bilancio, Damiano Morelli, che arriva alla multiservizi subito dopo aver presentato alla Giunta il bilancio preventivo 2011. Pur nelle difficoltà del momento, dovute alla stretta operata con il federalismo municipale dal governo nei fondi trasferiti ai Comuni, il preventivo presentato da Morelli mantiene inalterata l’attenzione ai servizi sociali e all’assistenza delle persone più deboli, cosa di cui Frascati ha fatto negli ultimi anni il proprio fiore all’occhiello.

Nonostante proprio i servizi alle fasce sociali più bisognose siano stati i settori maggiormente falcidiati dalle decisioni del governo, il Comune di Frascati si è fatto carico di reperire in proprio le risorse economiche necessarie ad assicurare il mantenimento degli attuali livelli di assistenza. E lo fa contenendo al massimo l’aumentato peso del federalismo municipale varato dal governo per le categorie maggiormente colpite dagli effetti della crisi economica: le famiglie, le persone a basso reddito e le piccole imprese a conduzione familiare.

Un lavoro, quello fatto finora dall’assessore Morelli in Giunta, che è stato quindi riconosciuto dal sindaco Di Tommaso come una valida competenza gestionale, di cui ci sarà bisogno nei prossimi tre anni nel consiglio di amministrazione della Sts per continuare il lavoro avviato dal Presidente uscente Mastrosanti.

L’avvicendamento nella squadra di governo della città di Frascati, in tutte le sue articolazioni, voluto dal sindaco Di Tommaso per sfruttare al meglio le competenze dimostrate dai suoi collaboratori nel primo anno e mezzo di mandato amministrativo, si completa con l’ingresso nella Giunta comunale di Gianpaolo Senzacqua, che da diversi anni ricopre l’incarico di Presidente dell’associazione “Amici di Frascati”, promotrice di pubblicazioni e iniziative volte alla conoscenza della storia, della cultura e delle tradizioni della città. L’esperienza maturata da Senzacqua nella società civile è stata ritenuta dal sindaco Di Tommaso meritevole di essere trasferita nell’Amministrazione Comunale, per la cura dei settori della cultura, del turismo, del verde pubblico, del decoro urbano e della tutela degli animali.

Le deleghe assegnate all’Assessore Armanda Tavani sono le seguenti: politiche educative, asili nido e pari opportunità.

Lascia la Giunta comunale anche l’assessore all’ambiente, alla viabilità e ai parcheggi Paolo Ciuccoli, al termine di una lunga esperienza amministrativa avviata già diversi anni fa come consigliere comunale, a cui va il ringraziamento dell’Amministrazione. Nell’ambito della riorganizzazione dell’organigramma, parte dei settori già curati da Ciuccoli vengono ampliati con la competenza in materia di bilancio, lasciata libera da Morelli, e affidati a Mastrosanti, che assume anche la delega all’innovazione tecnologica e semplificazione amministrativa e il coordinamento dei progetti speciali.

Fonte: comunicato dell’ufficio stampa del Comune di Frascati

Next Page »

Bad Behavior has blocked 99 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok