Per poter amministrare bene Frascati si deve partire dalle idee e dalla condivisione dei progetti con cittadini e forze sociali. La disastrosa esperienza che vivono oggi i cittadini della vicina Roma insegna: quando si pretende di sapere già tutto e di essere le persone giuste a prescindere da qualunque confronto su cosa fare e come va fatto, si producono solo danni per la città e per chi ci vive.

Per questo, Frascati a Sinistra ritiene utile e interessante l’idea di aprire, sabato prossimo al mercato coperto, dei tavoli di lavoro per disegnare insieme la Frascati che verrà, aperti alla partecipazione di cittadini, associazioni e forze politiche. È giusto il metodo, che favorisce al massimo la partecipazione, perché l’ascolto, il confronto, le idee sono molto più importanti delle persone che verranno poi scelte per realizzare i programmi amministrativi.

Frascati a Sinistra parteciperà ai tavoli di lavoro proponendo le proprie idee e discutendone con gli altri insieme alle loro.

Non ci appassiona e non ci sembra adeguato a rispondere alle esigenze dei cittadini, invece, il susseguirsi di incontri sotterranei, di candidature e di autocandidature a Sindaco a cui stiamo assistendo in questi giorni, nel più classico dei metodi della vecchia politica, che ormai gli elettori hanno ampiamente dimostrato di non gradire, accompagnato dal vuoto cosmico di idee e progetti per la città.