febbraio 2017


Per poter amministrare bene Frascati si deve partire dalle idee e dalla condivisione dei progetti con cittadini e forze sociali. La disastrosa esperienza che vivono oggi i cittadini della vicina Roma insegna: quando si pretende di sapere già tutto e di essere le persone giuste a prescindere da qualunque confronto su cosa fare e come va fatto, si producono solo danni per la città e per chi ci vive.

Per questo, Frascati a Sinistra ritiene utile e interessante l’idea di aprire, sabato prossimo al mercato coperto, dei tavoli di lavoro per disegnare insieme la Frascati che verrà, aperti alla partecipazione di cittadini, associazioni e forze politiche. È giusto il metodo, che favorisce al massimo la partecipazione, perché l’ascolto, il confronto, le idee sono molto più importanti delle persone che verranno poi scelte per realizzare i programmi amministrativi.

Frascati a Sinistra parteciperà ai tavoli di lavoro proponendo le proprie idee e discutendone con gli altri insieme alle loro.

Non ci appassiona e non ci sembra adeguato a rispondere alle esigenze dei cittadini, invece, il susseguirsi di incontri sotterranei, di candidature e di autocandidature a Sindaco a cui stiamo assistendo in questi giorni, nel più classico dei metodi della vecchia politica, che ormai gli elettori hanno ampiamente dimostrato di non gradire, accompagnato dal vuoto cosmico di idee e progetti per la città.

Frascati a Sinistra ritiene decisamente inaccettabile alcun atto di imperio che passi sopra alla volontà dei cittadini di Frascati e ai loro diritti, ormai consolidati negli anni, ad avere una città vivibile, moderna e rispettosa dell’ambiente. È per questo che siamo contrari ad ogni ipotesi, come invece adombrato dalle dichiarazioni del Commissario Bruno Strati, di riduzione della Ztl, senza alcuna consultazione preventiva con i cittadini. Una riduzione, oltretutto, che secondo quanto dichiarato sarebbe di fatto una cancellazione: dire di voler mantenere un’area pedonale solo nella tarda serata suona come una offesa alla intelligenza delle persone.

Ci stupisce anche il silenzio dei tanti, annunciati o reali, candidati a Sindaco della nostra città. Dicano subito, costoro che in questi giorni stanno conducendo trattative per il sostengo alla propria candidatura o si sono apertamente palesati, da che parte stanno. Frascati a Sinistra non sta partecipando a tavoli e trattative sulle candidature perché noi riteniamo che occorra partire dalle idee che si hanno per Frascati e per i frascatani: non ci appassionano i nomi, i leader, gli slogan, ma i progetti. Per questo, in attesa che anche i candidati a Sindaco sentano il dovere di farlo, noi diciamo subito che sulla questione della Ztl siamo dalla parte dei cittadini, che vogliono un centro storico vivibile e tranquillo.

La Ztl è una conquista che i cittadini di Frascati hanno ottenuto da più di 25 anni e non è pensabile che un Commissario, non eletto e che non ha condotto alcun confronto con le rappresentanze dei cittadini, possa riportare la città indietro nel tempo, in controtendenza rispetto a quello che le altre città più prestigiose d’Italia hanno fatto.

Frascati non ha bisogno di traffico automobilistico: ha bisogno di politiche di rilancio del turismo e delle tipicità locali. È assurdo e fuori dal tempo pensare che il commercio e il tessuto economico possano essere rilanciati dal caos, dal traffico e dallo smog. Basta guardare l’esperienza di altre città per capire quali possano essere i progetti sui quali lavorare: grandi aree periferiche di parcheggio, reti urbane di trasporto leggero tipo mini-metro di superficie, sistemi premianti per l’accesso - tramite acquisti nei negozi cittadini - ai servizi turistici e culturali come carte-fedeltà.

È su queste ed altre idee, non sui nomi di candidati a Sindaco veri o fantasiosi, che Frascati a Sinistra è disponibile a confrontarsi. Non siamo invece disponibili ad accettare alcun passo indietro sulla vivibilità della città e sui diritti alla serenità dei cittadini. Ci aspettiamo subito una presa di posizione chiara da parte di tutte le forze politiche e di tutti i candidati a Sindaco, veri o presunti. E ci aspettiamo che il Commissario Strati assicuri i cittadini che la Ztl non verrà toccata e che, in futuro, per ogni intervento che dovesse toccare i diritti dei cittadini e dei residenti, questi vengano preventivamente e attentamente ascoltati.

Bad Behavior has blocked 132 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok